Mandateci libri: la richiesta dei ragazzi di Mosul

Mandateci libri: la richiesta dei ragazzi di Mosul

Gli studenti di Mosul, finalmente libera, lanciano un appello: mandateci dei libri per la nostra biblioteca universitaria

Mandateci libri: la richiesta dei ragazzi di Mosul

La città di Mosul, in Iraq, è stata finalmente liberata dai miliziani di Daesh e la popolazione cerca di tornare alla vita. Gli studenti dell'Università, che era un prestigioso centro culturale prima della guerra, vogliono adesso tornare a dedicarsi alle lezioni. E tramite il blogger Mosul Eye hanno lanciato un appello: mandateci dei libri. I miliziani dello stato islamico avevano infatti dato fuoco a tutte le biblioteche cittadine, compresa quella universitaria, che conteneva anche preziosi manoscritti catalogati come Patrimonio UNESCO.

Gli studenti sono corsi sui resti della biblioteca bruciata, a rischio della vita, per recuperare quanto più è possibile e salvato ben duemila libri. Ma ne sono necessari altri, ed ecco perché è partita la campagna per ricevere dei libri. All'appello hanno già risposto università, prestigiose istituzioni e privati da tutto il mondo, dall'Australia al Portogallo. L'obiettivo è adesso arrivare a duecentomila volumi, per poter riaprire finalmente la biblioteca. Si spera di riuscirci in ottobre, e chiunque voglia inviare il proprio contributo renderà felici i giovani di Mosul.

Now on air