Ma cos'è il Blue Whale e perché tutti ne parlano?

Ma cos'è il Blue Whale e perché tutti ne parlano?

Blue Whale: un nuovo, preoccupante fenomeno che dal web mette in pericolo la vita degli adolescenti. Ma di cosa si tratta esattamente e quanto di vero c'è?

Blue Whale: si sente parlare sempre più spesso di questo fenomeno, che mette in pericolo la vita degli adolescenti. Ma di cosa si tratta esattamente? Con Blue Whale (Balena Blu) si intende una sfida social, fatta da cinquanta gesti estremi, ai limiti del suicidio, da compiere in cinquanta giorni. Qualche esempio? Camminare sull'orlo dei binari, farsi un selfie e postarlo con l'hashtag #f57. La prova finale? Togliersi la vita. Sembra così folle da essere irreale, ma a questo fenomeno social pare siano da imputarsi numerose morti di adolescenti in Russia. Gli adolescenti entrano in contatto con queste sfide tramite i vari social e sono istigati da un "curatore" a superare ogni volta limiti sempre più pericolosi.

La questione è comunque controversa. A parlarne per primo è stato Novaya Gazeta, quotidiano di Mosca fondato da Anna Politkovskaja, dunque un giornale di provata serietà. La notizia è poi stata contestata, perché non sono emerse prove concrete della correlazione tra suicidi giovanili e frequentazioni di particolari chat. Pare però che questi gruppi sospetti esistano. In Italia a parlarne è stata la trasmissione tv Le Iene e la polizia postale sta investigando. Ma perché il nome Blue Whale? Secondo molti, si rifarebbe alla consuetudine delle balene di spiaggiarsi sulle rive del mare e morire.

Now on air