Parlate con il vostro cane o gatto? Allora siete più intelligenti della media

Parlate con il vostro cane o gatto? Allora siete più intelligenti della media

Uno studioso ha rivelato che attribuire caratteristiche umane agli animali o alle cose è un ottimo segno.

Molti di coloro che non possiedono animali domestici spesso si chiedono: “Perchè alcune persone si rivolgono al proprio cane o al proprio gatto come se stessero parlando con un essere umano?”.
Questo modo di fare a volte sembra un po’ folle ed anche un po’ strano, perchè il nostro amico a quattro zampe di certo non può capirci come se fosse un uomo. Eppure un comportamento così insolito è in realtà un segno molto positivo, che indicherebbe addirittura un’intelligenza superiore alla media.
Chi attribuisce caratteristiche umane agli animali o agli oggetti, sta anche attribuendo una certa importanza all’essere (o alla cosa) che ha di fronte, qualunque esso sia. È un fenomeno che prende il nome di antropomorfizzazione e si tratta di un grandissimo segno di apertura mentale nei confronti del mondo che ci circonda.

"Storicamente l'antropomorfizzazione veniva legata a un residuo d'infanzia o stupidità, ma in realtà è un sottoprodotto naturale della tendenza degli esseri umani a pensare che tutti siano intelligenti" ha dichiarato Nicola Epley, professore di scienze comportamentali dell'Università di Chicago, "Pensare che un oggetto, un animale o una divinità abbia dei processi psicologici, vuol dire riconoscere loro una mente umana. È un segno di come sia complesso il nostro cervello e non un sintomo di stupidità.

Insomma, la prossima volta che vi viene voglia di fare due chiacchiere con il vostro cane o con il vostro gatto, sappiate che dovete sentirvi veramente speciali, perché quel comportamento è segno della vostra intelligenza “superiore”.

Now on air