Detersivi per i piatti: controllate se contengono questi componenti pericolosi

Detersivi per i piatti: controllate se contengono questi componenti pericolosi

La lista dei componenti dannosi che si possono trovare nei detersivi più usati per lavare i piatti

Detersivi per i piatti: controllate se contengono questi componenti pericolosi

Lavare i piatti, un gesto apparentemente semplice e quotidiano, è un'attività che può nascondere insidie. I detersivi per i piatti infatti possono contenere componenti pericolosi per la nostra salute o per l'ambiente. Ecco perché un ente statunitense non profit, l’Environmental Working Group (EWG), ha stilato, oltre a una classifica dei detergenti U.S.A. più o meno nocivi, anche una lista di ingredienti che non dovrebbero comparire nei detersivi. Ecco quali sono:

Cocamide DEA: pericolosa per la vita animale e vegetale delle acque in cui viene disciolta

DMDM idantoina: rilascia sostanze chimiche dannose tra cui la formaldeide, con irritazione di pelle, occhi e polmoni

Etanolammina: causa allergie e può nuocere al sistema nervoso e a quello respiratorio

Formaldeide: può causare tumori, allergie, dermatiti

Borato di sodio: ha effetti negativi sul sistema riproduttivo e su quello endocrino

Acido solforico: è dannoso per la pelle e l'apparato respiratorio e può causare tumori

Triclosan: agli effetti dell'acido solforico aggiunge anche problemi al sistema digestivo e alla vista

Altre sostanze da cui sarebbe bene tenersi alla larga sono quelle genericamente indicate come tensioattivi, coloranti, agenti schiumogeni, regolatori del ph e conservanti.

Now on air