Prendere le medicine scadute fa male?

Prendere le medicine scadute fa male?

Le medicine scadute sono ancora efficaci o possono far male? La risposta

Le medicine scadute fanno male o si possono prendere ancora, perché funzionano nonostante la data di scadenza sia già passata? E' una domanda che ci si pone spesso. A rispondere, sull'Huffington Post, è David Nierenberg, a capo della sezione di Farmacologia Clinica e Tossicologia del Dartmouth Hitchcock Medical Center. 

Le medicine, soprattutto quelle da banco, come l'aspirina, se conservate correttamente (cioè non esposte a eccessivo calore, freddo o luce), possono usarsi anche fino a un anno dopo la data di scadenza. Uno studio del 2000, condotto dalla Food and Drug Administration, ha dimostrato che il 90 per cento delle medicine scadute da più anni e conservate dall'Esercito U.S.A. erano ancora perfettamente valide per combattere le malattie.

Alcune medicine invece, se scadute, non vanno mai più utilizzate. Soprattutto quelle che si presentano sotto forma di liquidi, perché, una volta aperta la confezione sterile, i microbi iniziano a contaminarla. Anche gli antibiotici e le medicine per chi soffre di cuore vanno eliminate dopo la data di scadenza. Infine, se si hanno die dubbi, meglio peccare di eccessiva prudenza: e sbarazzarsi delle medicine sospette che si annidano nei nostri armadietti di pronto soccorso.

 

Now on air