WEB RADIO

RMC 90
 
RMC New Classics
 
RMC Great Artists
 
Music Star Zucchero
 
Music Star Giorgia
 
Music Star Coldplay
 
Monte Carlo Nights Story
 
rmc
 
Music Star Jovanotti
 
MC2
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC Duets
 
Radio Bau & Co
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Radio Monte Carlo FM
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC Italia
 
Radio Festival
 
RMC Hits
 
Radio Kay Kay
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC Marine
 
RMC Love Songs
 
RMC 80
 

Ristorante vietato ai bambini: e le prenotazioni aumentano

"Non ho nulla contro i bambini ma sto cercando di creare un ambiente elegante" ha detto il proprietario.

Ristorante vietato ai bambini: e le prenotazioni aumentano

Un provvedimento insolito ha scatenato l’ira di molti genitori: un ristorante italiano in America ha vietato l’ingresso ai bambini al di sotto dei 5 anni. Il locale, il Caruso’s, è un ristorante chic del Nord Carolina, a Mooresville, cittadina non molto distante dalla più nota Charlotte. Ma cosa avrà portato Pasquale Caruso, proprietario dell’attività in questione, a vietare l’ingresso ai più piccoli?

La causa scatenante del provvedimento è stato un episodio avvenuto all’interno del locale: lo staff del ristorante aveva chiesto ad una coppia di genitori di abbassare il volume dell’iPad della loro bambina, che era divenuto motivo di disturbo per gli altri commensali. Il rifiuto dei genitori ha fatto sì che il proprietario decidesse non solo di mandare via la famiglia, ma anche di vietare, da allora in poi, l’ingresso ai bambini. «Alla fine abbiamo dovuto chiedere loro di andarsene - ha spiegato al Washington Post il manager del ristorante Yoshi Nunez - ed erano anche irritati, ma sembrava che non gli importasse di quello che pensavano gli altri ospiti del ristorante». 

Ovviamente non è stato un singolo episodio la causa della drastica decisione: “abbiamo cominciato a perdere soldi e clienti, - spiega Pasquale Caruso - perché molti ospiti si lamentavano del comportamento tenuto da alcuni bambini piccoli, che tiravano il cibo dappertutto, correvano ovunque e urlavano, dando fastidio agli altri tavoli, senza che i genitori intervenissero. Ho cominciato ad avere la sensazione di non trovarmi più al Caruso's, bensì in una pizzeria della zona». La notizia del divieto ai piccoli ha fatto infuriare molti genitori che si sono lamentati sulla pagina Facebook del Caruso’s. Di certo, giurano, non entreranno più nel locale italiano.

Eppure il ristorante di Pasquale Caruso, dopo il provvedimento, sembra non aver perso poi tanti clienti. Al contrario, le prenotazioni sono notevolmente aumentate, passando dai 50 coperti giornalieri prima della decisione, agli 80 attuali. Addirittura alcuni ospiti suggeriscono che il divieto diventi una legge vera e propria in tutto lo Stato.

Per ora è una misura del locale, che garantisce di non aver alcun astio verso i piccoli in genere: «Non ho nulla contro i bambini - dice il proprietario - tanto è vero che io stesso ne ho due, ma sto cercando di creare un ambiente elegante per le coppie e gli amici che vogliono rilassarsi durante la cena».