Il latte nel frigo? Va conservato nel ripiano centrale, altrimenti lo rovinate

Il latte nel frigo? Va conservato nel ripiano centrale, altrimenti si rovina

Se avete sempre riposto il latte nel vano della porta frigo ne avete provocato cambiamenti di temperatura, danneggiandolo

Anche il frigorifero ha un suo ordine e ogni alimento ha la sua posizione. Il latte per esempio non va mai tenuto nel vano della porta frigo, praticamente dove tutti lo conservano. Quella è infatti la parte più calda del frigo, soggetta a diversi cambi di temperature, e tenendo lì la confezione di latte aperta si rischia di snaturare il prodotto. In questo vano è meglio conservare i cibi che hanno conservanti naturali come le marmellate e i succhi di frutta.
Il posto ideale per conservare il latte è dunque il ripiano centrale del frigo, quello dove andrebbero tenuti anche formaggi e burro. La parte superiore del frigo è perfetta per riporre cibi crudi, come i salumi, e gli avanzi della giornata, mentre i ripiani inferiori sono indicati per carne cruda e pesce, visto che è la parte più fredda del frigorifero, quella che conserva meglio gli alimenti. Per la frutta e la verdura meglio i cassetti.
La temperatura del frigo deve sempre  trovarsi tra 1° e 4° C. Altro accorgimento è quello di non riporre mai pietanze calde al suo interno: questo infatti porta a un aumento della temperatura generale provocando delle alterazioni nel cibo.
Altro consiglio: se avete tenuto pomodori e cipolle nel frigo avete sempre sbagliato. I pomodori perdono sapore mentre la cipolla va a “contaminare” il sapore dei cibi che gli sono vicino. Meglio tenere fuori dal frigo anche l'aglio, il miele, il melone e il caffè.

Now on air