Lorde In Italia per la prima volta

Lorde In Italia per la prima volta

Lorde In Italia per la prima volta. La cantante è stata ospite dei Music Awards di Roma È stata la prima volta in Italia per Lorde. Per il pubblico del nostro Paese si è trattato dell'occasione per vedere finalmente da vicino una delle artiste più promettenti della scena pop internazionale. La cantante si è esibita ai Music Awards a Roma, ma prima dello spettacolo è stato il momento dei giornalisti che hanno intervistato la giovane neozelandese. «Ho cominciato a fare musica quando avevo solo 13 anni – ha raccontato Lorde alla stampa - in quel momento ho cominciato a scrivere le mie prime canzoni e a fare i provini. La collaborazione con il mio produttore Joel Little è nata in un secondo momento, ma è stato l'incontro con lui che ha portato alla nascita dei brani che sono stati inseriti nel mio primo disco. È  stato in quel momento che ho capito che la musica per me non era solo una passione ma un obiettivo concreto da portare avanti con determinazione. Era appena diventato il mio lavoro”. Il successo. Il 2013 è stato l' anno d'oro per la cantautrice neozelandese che con “ Pure heroine” è riuscita a scalare le classifiche in tutto il mondo. A lanciare la sua carriera è stata la hit “ Royals”: «Non mi aspettavo di ottenere tutto questo successo anche perché quella canzone l'ho scritta quando avevo 15 anni. Mi ha sorpreso vedere i riscontri che ha avuto». Ma la fama di Lorde è dovuta anche all' apprezzamento che ha ricevuto da tanti big del mondo della musica, come Bruce Springsteen, che ha cantato una sua canzone durante il suo concerto in Nuova Zelanda: « Sono una grande fan del Boss e per me è stato un onore sapere che aveva interpretato una mia canzone nel mio paese d'origine». Ma ,nonostante la giovane età, Lorde sembra non faticare a fare i conti con il successo: «Cerco di fare le cose fanno tutti i diciassettenni per divertirsi, uscire con gli amici, andare in piscina. Bisogna trovare un equilibrio tra la vita professionale e quella privata».

Now on air