WEB RADIO

Radio Festival
 
Music Star Coldplay
 
RMC New Classics
 
Monte Carlo Nights Story
 
Music Star Zucchero
 
RMC Italia
 
MC2
 
Music Star Pino Daniele
 
Radio Bau & Co
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC Love Songs
 
RMC Duets
 
RMC 80
 
RMC 90
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Music Star Jovanotti
 
RMC Marine
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
rmc
 
Radio Kay Kay
 
Music Star Giorgia
 
RMC Hits
 
RMC Great Artists
 

Henri Cartier-Bresson fotografo: la mostra a Genova

Dall'11 marzo all'11 giugno, presso la Loggia degli Abati di Palazzo Ducale, a Genova, una grande mostra dedicata al fotografo Henri Cartier-Bresson

Henri Cartier-Bresson fotografo: la mostra a Genova

Salerno, Italia 1933

Henri Cartier-Bresson fotografo: la mostra a Genova

RMC è radio ufficiale

Una mostra capace di emozionare fin nel profondo: è quella in programma, dall’11 marzo all ’11 giugno, a Genova, presso la Loggia degli Abati di Palazzo Ducale. Intitolata “Henri Cartier-Bresson fotografo” raccoglie ben 140 scatti del grande maestro fondatore, nel 1947, con Robert Capa, George Rodger, David Seymour e William Vandivert, della famosa agenzia Magnum Photos.  

Henri Cartier-Bresson

L’esposizione di Palazzo Ducale fa pienamente luce sul particolare rapporto tra Cartier-Bresson e la fotografia, che secondo l’artista deve raccontare istanti precisi del reale e non si deve prestare a manipolazioni successive. Cartier-Bresson non volle mai infatti occuparsi dello sviluppo delle sue foto, per non alterare la percezione immediata dell’’immagine regalata dallo scatto. «Per me, la macchina fotografica è come un block notes», aveva infatti dichiarato «uno strumento a supporto dell'intuito e della spontaneità, il padrone del momento che, in termini visivi, domanda e decide nello stesso tempo. Per "dare un senso" al mondo, bisogna sentirsi coinvolti in ciò che si inquadra nel mirino. Tale atteggiamento richiede concentrazione, disciplina mentale, sensibilità e un senso della geometria. Solo tramite un utilizzo minimale dei mezzi si può arrivare alla semplicità di espressione».

La poetica di Cartier-Bresson

Cogliere e raccontare la contemporaneità della realtà, la percezione dell’istante nella sua nitidezza: è questo lo scopo che si prefigge Cartier-Bresson. «Fotografare è trattenere il respiro quando tutte le nostre facoltà di percezione convergono davanti alla realtà che fugge. In quell'istante, la cattura dell'immagine si rivela un grande piacere fisico e intellettuale… Fotografare, è riconoscere un fatto nello stesso attimo ed in una frazione di secondo e organizzare con rigore le forme percepite visivamente che esprimono questo fatto e lo significano. E’ mettere sulla stessa linea di mira la mente, lo sguardo e il cuore».

La mostra

Esposta a Genova è la selezione curata in origine dall’amico ed editore Robert Delpire e realizzata in collaborazione con la Fondazione Henri Cartier-Bresson, creata con lo scopo di raccogliere le sue opere e offrire uno spazio espositivo anche ad altri artisti.

Curata da Denis Curti, la mostra “Henri Cartier-Bresson fotografo” è promossa dal Comune di Genova, dalla Regione Liguria e dalla Fondazione di Palazzo Ducale.   

Place de l'Europe, Stazione Saint Lazare, Parigi, Francia 1932