WEB RADIO

Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Giorgia
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Monte Carlo Nights Story
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC 80
 
Xmas Radio
 
RMC Love Songs
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC Duets
 
RMC New Classics
 
RMC Hits
 
RMC Marine
 
Music Star Coldplay
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC 90
 
Radio Festival
 
Radio Kay Kay
 
Radio Bau & Co
 
RMC Italia
 
MC2
 
Music Star Zucchero
 
rmc
 
RMC Great Artists
 
Music Star Jovanotti
 

E tu di chi ti fidi di più? Dei biscotti, naturalmente!

Un recente sondaggio rivela che gli italiani prestano più fiducia sui social ai post delle aziende che a quelli del governo e della pubblica amministrazione

E tu di chi ti fidi di più?  Dei biscotti, naturalmente!

In tema di post sui social, gli italiani sembrano dare molta più fiducia ai messaggi delle aziende che a quelli istituzionali, del governo o dei comuni. Dunque, un tweet che decanta la bontà di un biscotto è considerato più credibile di un altro, del comune, che decanta la potabilità dell'acqua dei rubinetti cittadini. E' quanto emerge da un sondaggio dell’Istituto Piepoli, secondo il quale quello che sostengono le imprese è considerato affidabile dal 56% degli italiani. Meno credibili (48%)  sono invece i post della pubblica amministrazione. In un'intervista al Corriere della Sera, Nicola Piepoli, presidente dell'istituto di sondaggi, ha dichiarato: «Mi sarei aspettato un distacco ancora maggiore... C’è una generale disistima da parte degli italiani nei confronti della politica. E la disistima finisce per trasferirsi alle funzioni che la politica svolge, come la pubblica amministrazione». 

Dal sondaggio emergono anche alcuni dati interessanti. Per esempio a settembre, mese in cui erano stati raccolti i dati del sondaggio, l’amministrazione comunale che poteva vantare più like era quella di Roma (360 mila circa). Se invece si guarda la numero di follower, al primo posto c'era la Presidenza del Consiglio (534 mila), seguita dal Comune di Roma. Il Comune di Genova era sul podio delle visualizzazioni (4,7 milioni), seguito da quello di Napoli, che però ne aveva circa la metà.