Meryl Streep critica duramente Donald Trump

Meryl Streep critica duramente Donald Trump

L'attrice, premiata con il Golden Globe alla carriera, durante il discorso di ringraziamento attacca le posizioni discriminatorie del neo eletto presidente USA

Meryl Streep ha ricevuto il Golden Globe alla carriera durante la cerimonia svoltasi l'8 gennaio al Beverly Hotel di Beverly Hills, in California. Il suo discorso di ringraziamento è stato tutt'altro che scontato e men che meno di circostanza. L'attrice, in questo periodo sugli schermi con il film "Florence", ha duramente attaccato, pur senza citarlo direttamente, il neo presidente Donald Trump. I Golden Globes sono i premi assegnati dalla stampa estera ai migliori film, attori e serie tv, così la Streep ne ha approfittato per ricordare come Hollywood, stranieri e stampa siano i più bistrattati dal paese oggi. L'attrice ha anche ribadito che, senza outsider e stranieri, Hollywood non esisterebbe e da guardare ci sarebbero soltanto partite di football e tornei di arti marziali. Il riferimento era chiaramente alle posizioni xenofobe di Trump. La Streep ha poi continuato, ricordando sarcasticamente come la miglior performance dell'anno appena passato fosse stata l'imitazione fatta da Trump di un giornalista disabile, e ha concluso che «la mancanza di rispetto invita altra mancanza di rispetto, la violenza incita alla violenza. Quando chi è potente usa la sua posizione per far violenza agli altri, tutti perdiamo».

Now on air