WEB RADIO

RMC Italia
 
Xmas Radio
 
Music Star Tiziano Ferro
 
MC2
 
RMC Marine
 
Music Star Giorgia
 
Radio Festival
 
Music Star Zucchero
 
Radio Kay Kay
 
RMC Love Songs
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Pino Daniele
 
Music Star Jovanotti
 
RMC 90
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC Great Artists
 
Radio Bau & Co
 
RMC Hits
 
rmc
 
Music Star Coldplay
 
RMC New Classics
 
RMC Duets
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC 80
 
Radio Monte Carlo FM
 

Ecco perché non si dovrebbe baciare il proprio cane

Veterinari e medici avvertono: attenzione ai baci del cane su occhi, naso e bocca.

Ecco perché non si dovrebbe baciare il proprio cane

Chi ha un cane ben sa che non si tratta solo di un animale domestico ma di un vero e proprio membro della famiglia. Gli si danno le attenzioni necessarie e gli si vuol bene, tanto da scambiarsi effusioni e baci affettuosi. E quando parliamo dei baci di un cane intendiamo che il caro amico a quattro zampe lecca il viso del suo padrone. È questo il suo modo di dimostrare affetto.

Ma siamo sicuri che questo modo di fare sia igienico e non sia, invece, dannoso? L’argomento è stato trattato dal New York Times. Sulla celebre rivista americana alcuni medici e veterinari hanno infatti consigliato di evitare i baci del cane sul viso. In particolare su bocca, occhi e naso. Perché? La risposta la possiamo immaginare: non è igienico. E a confermarlo è Neilanjan Nandi, medico del Drexel University College of Medicine di Filadelfia ,il quale spiega che la bocca del cane è "un enorme coacervo di batteri, virus e lieviti".

Qualcuno potrebbe obiettare che la saliva del cane è un disinfettante se pensiamo che l’animale la usa per pulirsi le ferite, ma non è la stessa cosa. Alcuni organismi presenti nella saliva del cane non sono, infatti, tollerati dall’uomo. Il rischio? Contrarre alcune malattie. Come spiega Leni Kaplan del Cornell University's College of Veterinary Medicine ci sono alcuni batteri zoonotici pericolosi per l’uomo, tra cui clostridium, l'Escherichia coli, la salmonella e il campylobacter.

Questo non vuol dire che non ci si debba avvicinare al cane o che se un cane ci lecca, ad esempio, una gamba, siamo in pericolo. "Quando la saliva del cane tocca la pelle umana intatta, - spiega Kaplan -  in una persona sana è molto difficile che possa causare problemi". Il pericolo si presenta, invece, quando a saliva entra in contatto con occhi, naso e bocca. Le probabilità di contrarre una malattia in realtà non sono altissime, ma neppure nulle. Meglio dunque evitare, in particolare con i bambini!