Leonardo DiCaprio collabora all'inchiesta su "Wolf Of Wall Street"

Leonardo DiCaprio collabora all'inchiesta su "Wolf Of Wall Street"

I finanziamenti per realizzare il film sono oggetto d'indagine. E l'attore si è messo a disposizione della giustizia per far luce su quanto accaduto

Spesso la realtà supera la fantasia. Così emerge adesso che il denaro per finanziare il film "Wolf Of Wall Street", interpretato da Leonardo DiCaprio e diretto da Martin Scorsese e dedicato alle pratiche più sleali e disoneste dell'alta finanza internazionale, è stato versato tramite una pressoché sconosciuta società di produzione, la Red Granite, collegata al fondo statale malese 1MdB (1Malaysia Development Bank), con perdite da undici miliardi di dollari e oggetto di indagini dell'FBI per riciclaggio di denaro. Le attività del fondo sono sotto inchiesta anche in Svizzera, a Singapore, a Hong Kong, negli Emirati Arabi Uniti e in Lussemburgo. Non giova alla causa del fondo il fatto di esser stata fondata dal primo ministro malese Najib Razak (sui cui conti sono stati smistati tramite l'1MdB fondi di aziende pubbliche malesi) il cui figliastro, Riza Aziz, è presidente della Red Granite Pictures.

La collaborazione con DiCaprio

Leonardo DiCaprio si è detto a questo punto pronto a collaborare con il Dipartimento statunitense della Giustizia per far luce sui finanziamenti giunti a "Wolf Of Wall Street" (si parla di cento milioni di dollari) che permisero di realizzare il film. Pare infatti che la Red Granite abbia riciclato il denaro sospetto negli Stati Uniti, acquistando beni immobili e opere d'arte e finanziando la pellicola di Scorsese. Che, ironia della sorte, proprio della malefatte della finanza parla...

Now on air