WEB RADIO

RMC New Classics
 
RMC Duets
 
Radio Monte Carlo FM
 
Music Star Coldplay
 
Music Star Giorgia
 
RMC Hits
 
Music Star Zucchero
 
RMC Love Songs
 
RMC 90
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
MC2
 
Radio Festival
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC Great Artists
 
Music Star Jovanotti
 
Monte Carlo Nights Story
 
Radio Kay Kay
 
rmc
 
RMC Marine
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC Italia
 
Radio Bau & Co
 
RMC 80
 
Music Star Tiziano Ferro
 

16 cose che chi fa il cameriere non sopporta

Ecco alcuni dei problemi e dei tipi di clienti che chi lavora nella ristorazione conosce benissimo.

16 cose che chi fa il cameriere non sopporta

In nessun altro luogo al mondo come al bar e al ristorante il cliente è servito e riverito, e il lavoro del cameriere, fatto di lunghi turni, orari di lavoro non convenzionali, piatti che scottano, bicchieri che possono rovesciarsi, clienti esigentissimi, è decisamente stressante a livello fisico e psicologico.  

C’è chi ha fatto il cameriere in pizzeria nel weekend, chi lo fa come professione nei ristoranti di lusso, chi girando il mondo: ma è sempre bene capire, quando vi sedete a tavola, che la persona che vi sta servendo ha probabilmente avuto un paio d’ore di pausa in una giornata di quattordici ore e che la sera prima ha toccato il letto alle tre di notte.

Ecco alcuni dei problemi e dei tipi di clienti peggiori che chi lavora nella ristorazione conosce benissimo.

1. “Sì pronto, buongiorno! Vorrei prenotare un tavolo per dodici. Tre adulti e nove bambini”.

http://105.virtualcms.it/userUpload/Schermata_20150508_alle_143848.png

2. Il cliente che sembra infastidito perché interrotto dal cameriere che sta prendendo l’ordinazione: allora ti porto solo l’acqua, così puoi parlare tranquillo fino a quando chiude la cucina.

3. Quello che esordisce con: “potrebbe fare veloce?”. Allora resta a casa e metti una confezione di penne precotte in microonde.

4. Quello che non legge il menu ma se lo fa spiegare per filo e per segno dal cameriere che per far questo perde circa 30 minuti.

http://105.virtualcms.it/userUpload/Schermata_20150508_alle_143936.png

5. La coppietta che alle due di notte è ancora seduta a parlare senza rendersi conto che tutto lo staff aspetta impaziente di andare a casa. Non avete un divano voialtri?

6. “Conto separato grazie”, detto dal capobranco della tavolata da venti.

http://105.virtualcms.it/userUpload/Schermata_20150508_alle_144135.png

7. “Un caffè d’orzo ristretto in tazza grande con latte freddo a parte e zucchero di canna e un caffè lungo al ginseng macchiato con acqua calda a parte”. Cos’è, il piccolo chimico?

8. Il cliente che davanti a un uomo con un vassoio da 40 bicchieri non si sposta di un millimetro.

9. L’intera sala ristorante in silenzio dopo che il vassoio è caduto.

10. Chiunque non riesca ancora a capire nel 2015 che le posate, una volta finito di mangiare, vanno messe sul piatto. Difficile?

http://105.virtualcms.it/userUpload/Schermata_20150508_alle_144452.png

11. Quelli che chiamano per ordinare e poi fanno aspettare il cameriere in piedi mentre leggono e discutono il menu perché sono indecisi.

12. L’individuo che aggiunge mille modifiche a un piatto e la comanda diventa un poema dantesco.

13. Entrare in cella frigorifera in maniche corte e riemergere tra le fiamme dell’inferno della cucina. Il cameriere di broncopolmonite non ne ha.

http://105.virtualcms.it/userUpload/Schermata_20150508_alle_145235.png

14. Chiunque ordini le pietanze che vanno servite su piastre roventi o piatti bollenti.

15. I genitori che chiedono pennarelli, pastelli, fogli, matite, colla e cannucce per i bambini, scambiando il cameriere per un insegnante d’asilo.

16. La domanda “ma non ti pesa lavorare quando gli altri sono in vacanza?

http://105.virtualcms.it/userUpload/Schermata_20150508_alle_144817.png