WEB RADIO

RMC Hits
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Music Star Giorgia
 
RMC 90
 
Xmas Radio
 
RMC Great Artists
 
RMC Love Songs
 
RMC 80
 
Music Star Jovanotti
 
Radio Kay Kay
 
Music Star Zucchero
 
RMC Marine
 
Music Star Pino Daniele
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
MC2
 
Music Star Coldplay
 
RMC Italia
 
RMC New Classics
 
Radio Monte Carlo FM
 
rmc
 
Radio Bau & Co
 
Radio Festival
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC Duets
 

Perché in autunno le foglie cambiano colore e cadono?

L’autunno rivela uno scenario meraviglioso dai colori caldi: le foglie imbruniscono e creano tappeti scricchiolanti. Oltre il fascino ecco la risposta al perché le foglie si colorano e cadono.

Perché in autunno le foglie cambiano colore e cadono?

Lo spettacolo che ci offre la natura durante l’autunno è suggestivo ad affascinante: merito anche dei colori che cambiano. Le foglie degli alberi, in particolare, con il loro colore bruno e le tonalità calde che variano dal giallo, all’arancio, al rosso, rappresentano il primo segnale che la stagione estiva è finita. Ma sappiamo cosa determina questo cambiamento di colore?

Più che di un cambiamento, si tratta di una perdita di colore, il verde appunto. Questo, durante la bella stagione, è determinato dalla clorofilla, un pigmento contenuto all’interno delle cellule delle foglie. La clorofilla è indispensabile alle piante perché grazie ad essa si svolge quella che viene chiamata fotosintesi clorofilliana: il pigmento cattura i raggi solari i quali verranno impiegati dalla pianta per convertire l’anidride carbonica in ossigeno e produrre le sostanze alimentari ad essa necessarie.

In realtà alle foglie il colore bruno non è mai mancato. Infatti esse contengono anche carotenoidi, i pigmenti che riflettono i colori dal giallo all’arancio e che sono anch’essi coinvolti nella fotosintesi. Durante la bella stagione sono “nascosti” dalla clorofilla presente in dosi maggiori. Ecco perché vediamo la foglia verdi!

I colori del rosso bruno sono invece dovuti agli antociani, prodotti solo o maggiormente in autunno.

Cosa succede in autunno?

Con il diminuire dell’irraggiamento solare le piante producono sempre meno clorofilla, ragion per cui il colore verde non è più visibile e lascia spazio ai colori dovuti a carotenoidi e inizia a produrre antociani. Ecco che le foglie divengono rosse, gialle e marroncine. La prevalenza di una di queste tonalità su un’altra dipende dalla prevalenza di carotenoidi o di antociani.

Inoltre, durante l’estate, grazie alla produzione di auxina, si forma uno strato indurito nel picciolo delle foglia; questo prende il nome di strato abscissione che tiene ben salda la foglia al ramoscello. Man mano che le giornate sono più brevi, la produzione di auxina diminuisce e lo strato abscissione inizia a seccarsi. Questo comporta il distacco della foglia che dunque cade a terra.