Le tendenze moda: come ci vestiremo nel 2016

Le tendenze moda: come ci vestiremo nel 2016

Abiti femminili, leggeri, righe e fantasie: la tendenze moda del 2016 dettate dalla settimana della Moda di Milano

È terminata da poco la settimana della Moda a Milano, che dal 23 al 28 settembre ha messo in passerella le tendenze primavera estate 2016. Armani, Missoni, Versace, Prada sono solo alcune delle firme che hanno dettato le tendenze 2016.

Rivisitiamole insieme.

Quasi tutti gli stilisti propongono un abbigliamento molto femminile, in particolare Etro, che ha disegnato abiti leggeri e sensuali.

Grandissima varietà di forme e fantasie: sono riproposte le righe e le geometrie. È il caso di Missoni, Emilio Pucci, Armani. Ma non si tratta delle classiche righe: è frequente trovare spessori diversi tra una riga e l’altra, accostati a tagli geometrici e asimmetrici che staccano la monotonia tipiche di questa “fantasia”. Anche i colori contribuiscono a questa scelta, grazie alla grande varietà.  

Il 2016 è anche l’anno delle fantasie floreali. Armani si fa portavoce di tutte queste tendenze: tagli asimmetrici, righe, altre forme geometriche e fantasie a fiori.

Quanto ai colori, a parte il nero e il bianco che non tramontano mai, quello che dominerà questo 2016 sarà il rosa quarzo. Potremo però vedere anche le tonalità calde del dorato.

Più aggressivi look proposti da Versace: fantasie maculate, oppure sinuose con colori caldi e freddi insieme, abbinati a tagli decisi e tacchi vertiginosi.

Scarpe e borse sono gli accessori per eccellenza. Le borse seguono le tendenze degli abiti: geometrie e righe. Armani sceglie il rosso, come per gli abiti d’altronde.  Quanto alle forme, molti stilisti propongono il bauletto o comunque, borse comode da portare e capienti.  

Tra le scarpe troviamo i tacchi vertiginosi proposti da Versace. Meno aggressive le scarpe di Armani: decolleté con cinturino alla caviglia, mentre Dolce e Gabbana propone sandali bassi. Sì anche alle ballerine di Moschino.

Gli orecchini diventano un accessorio fondamentale e sicuramente evidente: saranno infatti maxi, come possiamo vedere nelle collezioni di Gucci, Prada, Roberto Cavalli, Antonio Marras.

Now on air