La dieta autunnale che promette miracoli

La dieta autunnale che promette miracoli

A ogni periodo la sua dieta: in autunno quella disintossicante per aver meno voglia di dolci e carboidrati. Ecco cosa mangiare!

Ogni periodo dell’anno il nostro corpo ha bisogno di nutrienti diversi, perché diverse sono le sostanze che il corpo produce, in relazione ai cambiamenti climatici: temperatura, radiazione solare influiscono anche sul regime alimentare! Ecco perché durante l’autunno può essere utile fare una dieta specifica. Prima di procedere, però, vogliamo dirvi che qualsiasi dieta deve essere intrapresa con un medico curante.

In primo luogo bisogna contrastare i danni derivanti dalla produzione di melatonina. Questa, infatti, nei periodi con meno radiazione solare, viene sviluppata in misura maggiore dal nostro corpo, ragion per cui tendiamo ad essere attratti maggiormente da dolci e carboidrati. Questi non solo sono un grave pericolo per la nostra forma fisica ma al tempo stesso, se consumati in dosi eccessive, aumentando la produzione di melatonina, creando danni al fegato e facendo aumentare i livelli di colesterolo nel sangue.

Questo non vuol dire che i carboidrati devono essere esclusi completamente dalla nostra dieta, ma piuttosto devono essere consumati in dosi moderate e ben ripartiti durante la giornata. Affinché ciò avvenga è indispensabile che la dieta disintossicante sia costituita da 5 pasti giornalieri, al fine di distanziare un pasto dall’altro di circa 3 ore. I carboidrati sono presenti solo nei 3 pasti principali (colazione, pranzo e cena) e sono esclusi invece da spuntino e merenda, durante i quali sono invece previsti un frutto o un centrifugato di frutta e/o verdura.

Ecco allora cosa consumare durante i pasti principali:

A colazione scegliete una bevanda che contenga poche calorie e pochi grassi: tè verde, oppure una spremuta di arance, oppure, se amate il latte, scegliete quello completamente scremato che ha un contenuto di grassi inferiore.  Alla bevanda accompagnate 2 o 3 cucchiai di muesli a seconda che siate rispettivamente una donna o un uomo.

Fatto lo spuntino come detto, per pranzo optate per un’insalata mista, associata a 60 grammi di tonno e 80 di fagioli. Condite con 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva.

Se, invece, non volete rinunciare alla carne, potete abbinare all’insalata una porzione di carne bianca o rossa (120 grammi) e 60 grammi di pane integrale per le donne e 80 g per gli uomini.

A cena una porzione libera di insalata con del pesce azzurro e del pane integrale (stesse dosi del pranzo). Rispetto al pranzo un po’ più di olio (tre cucchiaini). Ricordate che il pesce aiuta a ridurre il colesterolo cattivo a vantaggio di quello buono, perché ricco di omega 3.

Now on air