WEB RADIO

RMC Duets
 
RMC Great Artists
 
RMC Italia
 
RMC 80
 
Radio Festival
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Coldplay
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC 90
 
Monte Carlo Nights Story
 
Xmas Radio
 
Music Star Jovanotti
 
Music Star Giorgia
 
Radio Bau & Co
 
RMC Love Songs
 
RMC Hits
 
MC2
 
Radio Kay Kay
 
Radio Monte Carlo FM
 
Music Star Zucchero
 
rmc
 
RMC Marine
 
RMC New Classics
 
Music Star Pino Daniele
 

Ecco cosa significano i nostri gesti quotidiani

Toccarsi i capelli, ma anche accavallare le gambe sono gesti dal significato nascosto...

Ecco cosa significano i nostri gesti quotidiani

Per conoscere qualcuno la comunicazione è ovviamente il punto cardine che ci consente di capire chi abbiamo di fronte, ma il dialogo non è l’unico strumento comunicativo a nostra disposizione. Infatti quello che mostriamo con gesti e posture è una forma comunicativa al pari del linguaggio parlato, se non di più. Se infatti a parole possiamo mentire, il corpo non mente mai.

I linguaggio del corpo, con i gesti, i movimenti, le posture, dice molto sia sullo stato emotivo in cui ci si trova in una determinata situazione, sia sul modo di essere proprio di una persona.

Attenzione alla postura

Chi tende ad assumere in piedi una posizione quasi statica con le braccia lungo le gambe (quella che viene definita comunemente la posizione del soldatino) dimostra uno stato di sottomissione o di paura. Chi, invece, tiene le braccia conserte mette in evidenza una chiusura rispetto all’esterno, come segno di protezione. Se, poi, con le braccia incrociate si tengono le gambe leggermente divaricate, siamo di fronte ad una persona autorevole e dura.

Le mani sui fianchi mettono in evidenza uno stato di impazienza ma se questa posizione è solita ed è associata a gambe divaricate la persona in questione è abbastanza decisa e sicura di se.

Come ci si siede

Anche la posizione da seduti indica molto di noi. Accavallare le gambe, ad esempio, è un modo per proteggersi dal mondo esterno e per sentirsi più sicuri, anche se, spesso nelle donne, è semplicemnte un’espressione di femminilità che comunque rassicura.

Chi invece unisce i piedi dimostra tensione, quasi a voler stare in una posizione il più composta possibile. Incrociare i piedi alle caviglie invece è sinonimo di tranquillità: chi lo fa si sente a proprio agio

Le espressioni e la gestualità del viso 

Molto comune tra le donne è l’abitudine di toccarsi i capelli. Questo, oltre a essere un segno di vanità, è un sintomo di disagio e insicurezza, attraverso il quale si tende ad acquisire una maggiore sicurezza. Sinonimo di nervosismo è il mordicchiarsi le labbra, mentre chi sbatte le palpebre sta vivendo un disagio o è poco interessato ed impaziente rispetto ad una situazione che sta vivendo in un contesto specifico.

I movimenti delle mani

Molte persone tendono a gesticolare molto: sono le più dinamiche ed estroverse che cercano di dimostrare chi sono. Chi invece tende a tenere le mani in tasca si nasconde o è timido.

I movimenti delle mani e l’abitudine di toccare una parte del corpo è particolarmente significativa e si tratta per lo più di segnali di disagio: toccarsi la gola rappresenta uno stato di angoscia, mentre chi mette le mani in bocca ha la necessità di sentirsi rassicurato, ed è particolarmente nervoso chi si gratta il collo, generalmente sotto il lobo dell’orecchio.

Dunque, occhi bene aperti a quel che il corpo ci dice!