WEB RADIO

Radio Bau & Co
 
Music Star Jovanotti
 
Monte Carlo Nights Story
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC New Classics
 
Xmas Radio
 
RMC Duets
 
Radio Festival
 
RMC Great Artists
 
Music Star Coldplay
 
Music Star Giorgia
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC Love Songs
 
RMC 90
 
RMC Italia
 
rmc
 
Radio Kay Kay
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Zucchero
 
MC2
 
RMC Hits
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC 80
 
RMC Marine
 

10 lavori che gli uomini ritengono poco adatti alle donne (e viceversa)

Il gap tra lavoro maschile e femminile è ancora una realtà: dai piloti alle babysitter, ecco i lavori in cui è più sentito

Maestra

Sembrano essere destinati a prolungarsi all’infinito i pregiudizi sul mondo del lavoro: uomini e donne percorreranno due strade professionali distinte per molto tempo ancora, visto che sono duri a morire alcuni luoghi comuni sui due sessi. Esistono tutt’oggi delle figure professionali che sono automaticamente identificate come prettamente maschili o femminili, per esempio il pilota o la babysitter.

Secondo il sociologo americano Michael Kimmel infatti, anche se il mondo sembra avere particolarmente a cuore la questione parità, gli uomini sembrano fare ben poco per cambiare le cose: «le nostre vite sono decisamente cambiate, ma le nozioni che abbiamo sui due generi sono culturalmente radicate nella nostra mente, e sono le stesse che si tramandano da generazioni». Ecco le dieci professioni che confermano questa tesi.

1. Ostetrico: per ovvie ragioni, sembra che le donne siano meno aperte verso un uomo che opera questa professione. Il 25% degli intervistati dal quotidiano britannico Telegraph è dello stesso parere, e quello dell’ostetrico resta un lavoro strettamente ancorato alla figura femminile.

2. Elettricista: tipicamente associato all’uomo, è però la professione che potrebbe aprire la strada verso un cambio di direzione. Infatti, solo il 12% degli intervistati diffida delle donne in questo campo.

3. Pilota: nonostante soltanto l’8% degli uomini non si fidino di un pilota donna, la maggior parte di loro ha sostenuto che cambierebbe compagnia aerea se il pilota portasse una gonna e non i pantaloni.

4. Insegnante: soprattutto per quanto riguarda la scuola elementare, entranbi i sessi continuano a vedere questa professione prettamente legata alle donne, poiché secondo l’opinione comune, sarebbero  più portate all’insegnamento e più associabili alla figura materna, rassicurante.

5. Meccanico: parecchi uomini sono ancora scettici, ma ancora di più lo sono le donne stesse. E ciò suggerisce che lo schema mentale femminile sulla questione è tuttora soggetto ad anni di mentalità machista.

6. Chirurgo: una percentuale femminile doppia rispetto a quella maschile non si fiderebbe di un chirurgo donna. Quattro inglesi su dieci ad esempio, sono convinti che sia un uomo la persona indicata per ricoprire questa carica, a prescindere dalla preparazione.

7. Infermiere: il 3% della popolazione britannica preferirebbe una donna in questo ruolo, così come il 5% delle donne. Tra loro, il 42% vede le donne come più propense a prendersi cura degli altri, il 38% più caritatevoli e predisposte al conforto, il 29% più empatiche.

8. Autista: Soprattutto le donne, a causa degli stereotipi sui due sessi alla guida, diffidano di una loro “simile” alla guida di un bus.

9. Estetista: il 50% degli uomini non si metterebbe mai nelle mani di un altro uomo al salone di bellezza. Lo stesso vale per il 40% delle donne, poiché “sospettosi di un uomo che decide di intraprendere questa carriera”.

10. Baby Sitter: Un uomo su nove non lascerebbe il figlio in mano a un altro uomo, e sostiene che vivrebbe “male e in pensiero” la giornata lavorativa che lo tiene lontano da casa.