WEB RADIO

rmc
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Radio Monte Carlo FM
 
Monte Carlo Nights Story
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC 90
 
RMC Italia
 
RMC Love Songs
 
RMC New Classics
 
Music Star Giorgia
 
RMC 80
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC Marine
 
Music Star Coldplay
 
Radio Festival
 
RMC Hits
 
Xmas Radio
 
RMC Duets
 
Radio Bau & Co
 
MC2
 
RMC Great Artists
 
Music Star Jovanotti
 
Radio Kay Kay
 
Music Star Zucchero
 

Quanto si spende per mangiare all’Expo?

Tra panini e cene firmate da grandi chef c'è l'imbarazzo della scelta con budget dai 4,50 a 90 euro a pasto...e qualche "bufala"!

Quanto si spende per mangiare all’Expo?

Dal sito del Corriere.it qualche indiscrezione sui prezzi dei menù con cui rifocillarsi durante la visita all'Expo 2015.

Prima di iniziare qualche numero:
Saranno distribuiti in sei mesi circa 26 milioni di pasti. Di questi, 13 milioni finiranno sulle tavole nei 55 giorni di picco (weekend e festivi); gli altri 13 milioni sfameranno i visitatori nei restanti 129 giorni. Ci sarà bisogno di circa 46 mila tonnellate di alimenti: 33 mila tonnellate di bevande e 13 mila tonnellate di cibo solido

Ed ora qualche esempio di menù:

Mini frittura mista da Eataly a 14 euro! L'organizzazione e la pulizia degli stand regionali all’interno del padiglione di Eataly sono stati molto apprezzati ma non sono mancate anche le lamentele per i prezzi ritenuti troppo alti per un'offerta che dovrebbe essere indirizzata a far conoscere la bontà dei prodotti alla gente comune.
Una piadina a 10 euro è troppo così come la frittura mista a 14 euro (piccola porzione), il risotto (cacao e pepe) a 13 euro, lasagne a 10, tre pezzi di polenta e baccalà a 16 €

La churrascaria del padiglione brasiliano è passata dal proporre un menù di carne a 55 € a ridurne il costo fino a 45 €. A questo, che era l'unico piatto nel menù il 1° maggio, ne è stato aggiunto un altro a 22 euro.

McDonald grazie al totem automatico ha snellito le file alle casse, dando quasi l'impressione di essere poco visitato rispetto agli altri punti di ristoro Panini da 1,50 a 7,90 euro patatine comprese. 

Al «Pizza & pasta» sul cardo il conto per una pizza Margherita è di 10 €.  Alla stessa cifra, nei diversi snack bar che si trovano alle spalle dei padiglioni di Turchia e Svizzera, si possono acquistare o un menu composto da «insalatona, dolce o gelato, bibita» oppure da «toast, patate al forno e bibita».

Sul tetto del palazzo Coldiretti si mangia gratis (almeno per ora...finchè non si spargerà la voce) sembra infatti del tutto improbabile che si possa sostenere questa "generosa scelta" con migliaia di visitatori affamati in cerca di cibo. Risotto allo zafferano con parmigiano nel menù del 1° maggio. Seguiranno i cibi della tradizione lombarda per tutta la prossima settimana. Programma sul sito Coldiretti (clicca qui)

Da questa prima panoramica sembra che sia necessario prestare molta attenzione a dove si sceglie di consumare il proprio pranzo durante la visita ai padiglioni dell'Expo.
C'è chi però esagera nel "puntare il dito" sui prezzi. Ne è l'esempio il caso del "conto salato" del ristorante Giapponese: 115 €, dei quali 110 per un Kaiseki Hana - piatto della tradizione giapponese composto da numerosi assaggi - e 5 € per una bottiglia d’acqua.

L'immagine dello scontrino è diventata virale sul web insieme con le proteste e l'indignazione degli utenti. Ma è davvero così fuori luogo il costo del piatto giapponese?
Dal sito www.bufale.net leggiamo:

"Il Kaiseki Hana è un piatto tradizionale che include tante piccole portate, è corretto, ma per cucinarlo occorrono tecniche e competenze. Infine, in merito al prezzo leggiamo:Un menù kaiseki è solito essere caro – una cena è solitamente 15000-40000 yen a persona senza bevande. I pranzi sono più economici (4000-8000 yen), e, a volte,dei bento (2000-4000 yen).
Attualmente, al cambio tra Euro e la moneta giapponese, un piatto da 15000 Yen equivale a circa 113 euro."

Il prezzo sembra quindi essere in linea con il suo reale valore di mercato.

Forse da questo Expo 2015 impareremo a dare anche il giusto valore alla qualità e alle tecniche di cucina che rendono un piatto "indimenticabile" ...anche se "caro"!