WEB RADIO

RMC 90
 
Radio Festival
 
Xmas Radio
 
Radio Bau & Co
 
rmc
 
RMC Duets
 
RMC Great Artists
 
Music Star Jovanotti
 
RMC Love Songs
 
MC2
 
Radio Kay Kay
 
Music Star Pino Daniele
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC New Classics
 
RMC Hits
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Coldplay
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Music Star Zucchero
 
RMC 80
 
RMC Italia
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC Marine
 
Music Star Giorgia
 

L’odore dello spazio raccontato dagli astronauti

Qual è l’aroma che si respira nel cosmo? Le sorprendenti rivelazioni sugli “aromi” spaziali

L'odore dello spazio

Per gli astronauti che si trovano sulla Stazione Spaziale Internazionale, l’odore che si respira nello spazio è quello di… pancetta. Il bacon tipico delle prime colazioni inglesi sembra essere proprio la fragranza del cosmo. Secondo la NASA la spiegazione è di natura scientifica.

 

Quello che gli astronauti sentono è infatti l’odore scaturito degli idrocarburi policiclici aromatici, liberati durante il processo di combustione tipico di quando muore una stella. Ma c’è anche chi, come l’ingegnere Anousheh Ansari, racconta di aver sentito odore di biscotti: sul suo blog la specialista ha raccontato di aver sperimentato questa sensazione all’apertura della botola sul fianco della navicella Soyuz.

 

Non solo; secondo gli specialisti della NASA è possibile sentire anche il miasma delle uova marce: la causa risiede nell’acido solfidrico che fluttua nello spazio e che è il responsabile di odori davvero sgradevoli. Secondo Kathrin Altweg, autorevole scienziata che lavora nel team Rosetta, le comete (nello specifico le comete 67p/C-G) hanno l’odore di uova marce (responsabile l’acido solfidrico) e di stalla (responsabile l’ammoniaca), oltre a quello pungente e soffocante della formaldeide.

 

Lo sgradevole fragranza si mischia a quella di biscotto, sprigionato dall’acido cianidrico e dal metanolo che aggiunge odore di alcool. La ricetta per la cometa perfetta prevede anche un pizzico di aroma di aceto (grazie al diossido di zolfo) e di dolci (liberato dal solfuro di carbonio). La dottoressa ha però spiegato che non solo le comete, ma anche un altro elemento dello spazio ha un profumo tutto suo: la luna.

 

La luna ha infatti un odore ancor più pungente, così riconoscibile e particolare che la NASA ha commissionato a Steven Pierce di Omega, creatore di fragranze, il compito di ricrearlo per le simulazioni. L’aroma sarebbe quello di polvere da sparo, a riconferma che ciò che si respira nello spazio è tutto fuorché gradevole.