WEB RADIO

Music Star Jovanotti
 
RMC Hits
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC Marine
 
Radio Bau & Co
 
MC2
 
Radio Festival
 
RMC Love Songs
 
RMC Italia
 
Music Star Zucchero
 
Music Star Coldplay
 
Radio Kay Kay
 
RMC Duets
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC Great Artists
 
RMC 90
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC 80
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Xmas Radio
 
Music Star Pino Daniele
 
rmc
 
RMC New Classics
 
Music Star Giorgia
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 

Sting canta a sorpresa in teatro

Sting canta a sorpresa in teatro

L'artista si esibisce in scena dopo la rappresentazione del suo musical "The Last Ship"

Sting a sorpresa in teatro: l'artista si esibisce in scena dopo la rappresentazione del suo musical "The Last Ship" Un piacevole e inatteso ospite ha sorpreso gli spettatori di “The Last Ship”, musical ideato e scritto da Sting, presenti domenica scorsa a Chicago. Prima dello sbarco a Broadway dello spettacolo ispirato all’infanzia del cantante inglese, il pubblico presente ha potuto godersi una eccezionale performance dello stesso Sting, che è apparso sul palco mentre il cast salutava gli spettatori del Bank of America Theatre. Un’ovazione ha accolto il cantante di “Fragile” e “Fields of Gold”  e tytti gli astanti si sono alzati in piedi ad applaudire e a scattare foto a uno Sting visibilmente emozionato che ha ringraziato il cast e gli spettatori presenti. Scherzando ha poi chiesto se c’era tempo per un’altra canzone prima di eseguire “The Last Ship” accompagnato dal cast dello show. L’infanzia a Newcastle. Il musical, che vuole essere un tributo ai lavoratori della scomparsa industria navale dell’Inghilterra del Nord-Est, è un lavoro molto intimo e affascinante. Sting ha inserito nello spettacolo molti elementi personali che hanno segnato la sua infanzia. Adesso è il momento del debutto a Broadway, dove lo spettacolo arriva però accolto dallo scetticismo dei critici che non prevedono un futuro roseo per lo show. Anche nella stessa Chicago “The Last Ship” ha ricevuto recensioni contrastanti. Si passa dalle lodi di Hedy Weiss del Chicago Sun-Times, che lo definisce un «capolavoro» alla preoccupazione di Chris Jones  della Chicago Tribune, che parla di un impianto troppo debole per reggere la pressione di un piazza prestigiosa come quella di Broadway.