WEB RADIO

rmc
 
RMC Great Artists
 
Music Star Jovanotti
 
RMC Marine
 
RMC Love Songs
 
RMC Italia
 
RMC New Classics
 
MC2
 
Music Star Giorgia
 
RMC 80
 
Radio Bau & Co
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Monte Carlo Nights Story
 
Music Star Coldplay
 
Music Star Pino Daniele
 
Radio Festival
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC Hits
 
Music Star Zucchero
 
Radio Kay Kay
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC Duets
 
RMC 90
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 

Anastacia critica Kim Kardashian

Anastacia critica Kim Kardashian

La celebrity sarebbe troppo ossessionata da se stessa

Anastacia critica Kim Kardashian e Kanye West perché troppo ossessionati da loro stessi Anastacia ha apertamente criticato Kim Kardashian e Kanye West. La 45enne cantante ha attaccato apertamente la coppia sostenendo che sono “malati” di attenzione e insistendo sul fatto che la coppia è così ossessivamente presa da se stessa da non riuscire neanche a vedere quello che succede nel mondo. Quando ad Anastacia è stato chiesto chi fosse la celebrità più noiosa ha risposto senza esitazioni: «Diciamo che non è molto complicato, deve essere Kimye (facendo una crasi tra Kim e Kanye, ndr). Ormai sono diventati una persona sola, non c'è l'uno senza l'altro. Praticamente del loro matrimonio sappiamo praticamente tutto, visto che era ovunque. Mi fa piacere se sono innamorati, è sempre una cosa bellissima. Ma credo che ci sono tantissimi modi per spendere i loro soldi, magari potrebbero decidere di aiutare qualcuno nel mondo. Penso che loro hanno un bisogno di attenzione che arriva al punto di essere insano. Non riescono neanche a vedere che nel frattempo, intorno a loro, accadono delle cose bruttissime. Credo che siano diventati un po' ossessionati da loro stessi». Aiutare gli altri. La cantante di “Stupid Little Things” crede che i due potrebbero trovare modi migliori per usare la loro grande popolarità, cosa che li renderebbe anche più simpatici agli occhi del pubblico: «Credo che il successo possa essere usato soprattutto per fare qualcosa di positivo, per uno scopo superiore – ha dichiarato alla rivista Gay Times – Con la loro popolarità potrebbero riuscire a ottenere risultati molto positivi per aiutare gli altri, più di quanto riesca a fare io. Ma l'unica cosa che sembra preoccuparsi sono loro stessi».