George Michael: l'atteso concerto tributo non si farà

George Michael: l'atteso concerto tributo non si farà

La famiglia di George Michael si è opposta al concerto benefico in memoria della star

Alla fine, non se ne farà niente: l'atteso concerto tributo in onore di George Michael, che avrebbe dovuto svolgersi alla Royal Albert Hall di Londra in autunno, non ci sarà. La famiglia dell'artista non ha infatti dato il suo benestare. A organizzare il live era stata la giornalista Esther Rantzen, fondatrice dell'associazione benefica ChildLine.

George Michael aveva già contribuito alla sua causa, donando nel 1996 due milioni di sterline ricavate dalle royalties di “Jesus To A Child”. La Rantzen voleva devolvere i proventi del live all'associazione, che si occupa della tutela dei bambini. Ma i familiari della star non hanno dato il permesso. A rivelare la vicenda è stata la stessa Rantzen, che, ai Pride of Britain Awards, ha dichiarato: «Non ci sarà più un concerto tributo perché la sua famiglia ha detto di no. È stato un vero peccato, avrei amato celebrare la sua musica e dare ai fan l’opportunità di dirgli addio e inoltre sarebbe stato a supporto del suo ente benefico preferito. Ma se la famiglia dice di no, non c’è nulla che si possa fare».

Now on air