Michael Jackson: il mistero delle lettere in cui sosteneva di ricevere minacce di morte

Michael Jackson: il mistero delle lettere in cui sosteneva di ricevere minacce di morte

Secondo un uomo d'affari tedesco Michael Jackson avrebbe inviato a familiari e amici lettere in cui sosteneva che qualcuno voleva ucciderlo

Il mistero sulla morte di Michael Johnson continua. Un uomo d'affari tedesco, Michael Jacobshagen, ha dichiarato al programma televisivo australiano Sunday Night che Michael Jackson, poco prima di morire, avrebbe inviato alcune lettere ai familiari e agli amici più cari confessando di temere per la propria vita. «Stanno cercando di uccidermi» e «Temo per la mia vita» erano le frasi ricorrenti nelle missive inviate alla figlia Paris, alla sorella LaToya e appunto a Jacobshagen, amico di lunga data del musicista.

Minacce di morte?

L'uomo ha proseguito: «Era in piena crisi emotiva. Mi diceva: "Stanno cercando di uccidermi... Stanno facendo molta pressione su di me... Temo per la mia vita». Secondo Jacobshagen, Michael Jackson si riferiva a AEG Live, l'agenzia per cui Jackson stava preparando il suo clamoroso ritorno sulle scene, con cinquanta date alla O2 Arena di Londra. L'intervista completa a Jacobshagen, che forse permetterà di chiarire meglio questo episodio, andrà in onda in Australia e negli Stati Uniti alla fine di giugno, per ricordare l'artista, scomparso il 29 giugno del 2009.

Now on air