Ma perché Madonna è tanto infuriata per il film sulla sua vita? Ecco il motivo!

Ma perché Madonna è tanto infuriata per il film sulla sua vita? Ecco il motivo!

Madonna è infuriata all'idea che sia girato un film sulla sua vita. Ma perché? Ecco i primi motivi...

Ma perché Madonna è tanto infuriata per il film sulla sua vita? Ecco il motivo!

La notizia che sarà realizzato probabilmente un film sui primi anni di carriera di Madonna ha reso la star letteralmente furiosa. Non appena è corsa voce che la Universal voleva produrre un biopic (ovvero una pellicola biografica) sull'artista, Madonna ha pubblicato un post veemente sulla sua pagina Facebook, dicendosi del tutto contraria al progetto. Il giorno successivo la cantante ha rincarato la dose, con una foto su Instagram in cui stringeva una copia della sceneggiatura e la frase: «Perché gli Universal Studios vogliono girare un film su di me basato su una sceneggiatura fatta solo di bugie? La scrittrice Elyse Hollander dovrebbe lavorare per i tabloid».

Una sceneggiatura di bugie?

Madonna ha anche postato una frase della sceneggiatura in cui lei affermerebbe, in un'intervista a Dick Clark per American Bandstand: «Sono nata a Detroit. Sono una di quei personaggi diventati celebri anche se hanno abbandonato il liceo». Tutte frottole, secondo Madonna, che nel post ha puntualizzato: «Sono nata a Bay City e non ho abbandonato il liceo. Infatti, sono andata all'Università del Michigan». Peccato che la registrazione dell'intervista la smentisca. Fatto che probabilmente ha convinto la star a cancellare successivamente foto e post.

I motivi per cui Madonna non apprezza l'idea del film

La sceneggiatura, secondo quanto riporta l'Hollywood Reporter, conterrebbe almeno alcuni momenti in cui Madonna non appare in ottima luce. Per esempio, si riporta un suo furto nei grandi magazzini, quando la giovane Ciccone nasconde nello zaino un dentifricio e uno spazzolino da denti presi dagli scaffali di un drugstore. Inoltre, la sceneggiatura fa intendere che Madonna "rubò" il suo celebre look degli esordi, con minigonne, pizzi, strappi e guanti a rete, a Bianca Stonewell, personaggio della scena dance newyorkese. Ce n'è anche per quanto riguarda il suo rapporto con il fidanzato del tempo, diventato poi celebre dj e producer, Jellybean Benitez. Pare che Madonna lo trascurasse non appena nei paraggi si trovava Prince, che la futura star desiderava ingraziarsi. Inoltre, nella scena finale della sceneggiatura, Madonna approfitta del momento successivo alla sua memorabile performance in "Like a Virgin" agli MTV Music Video Award del 1984, per rivelare a Benitez di aver abortito.

Un film senza musica?

Insomma, un ritratto con molte ombre. Ma Madonna potrebbe bloccare le riprese del film? Naturalmente no. Però potrebbe (oltre che naturalmente querelare sceneggiatrice, regista e casa di produzione a film finito) far pressioni perché alla produzione del film non siano concessi i diritti musicali delle sue canzoni più celebri. E un film dedicato al suo emergere come star, senza però hit come "Like A Virgin", "Burning Up", "Everybody", "Borderline", "Lucky Star" e "Holiday" che film biografico potrebbe mai essere?

Now on air