Tiziano Ferro  torna a parlare del suo desiderio di un figlio

Tiziano Ferro torna a parlare del suo desiderio di un figlio

In un'intervista concessa a Repubblica, Tiziano ferro parla del suo rapporto con la fama. E torna a parlare del suo desiderio di un figlio

Tiziano Ferro torna a parlare del suo desiderio di un figlio

Tiziano Ferro si trova per ora a Las Vegas per girare il video del suo nuovo singolo "Lento/Veloce", ma ha trovato il tempo per concedere una lunga intervista/confessione al quotidiano La Repubblica, che ha pubblicato il 10 aprile la chiacchierata con l'artista. 

Tiziano Ferro ha parlato del rapporto con la fama e la celebrità: «Ho sempre pensato che la vita all’estero mi mantenesse puro dall’ego, invece mi trovo in America vittima di quella droga... Mi sento un po’ in riabilitazione da egolatria. Questo è un mestiere che, per quanto tu lo voglia fare da vergine, alla fine ti intrappola: ti porta sempre a parlare di te, a scegliere la versione di Tiziano da qui a poco dopo. I social media? Sono il crack del narcisismo. Mi fa paura vivere per l’istante. Io vivo per l’infinito: spero di lasciare un messaggio che rimanga anche quando non ci sarò più».

Il desiderio di un figlio

Tiziano Ferro è anche tornato sul suo desiderio di paternità: «Più sto in America, a contatto con genitori gay, più comprendo la nostra scelta sentimentale e scopro come funziona la realtà ma anche come dis-funziona. La mia data limite per avere un figlio è quarant’anni. Ora mi sto impegnando come promotore del Lazio Pride. È importante stanare l’odio e la paura nelle province. La mia Latina sta diventando una città del futuro».

Infine, l'artista ha anche parlato del nuovo tour: «Sarà uno spettacolo con la musica al centro. Quando vado ai concerti, voglio le canzoni, non le divagazioni mentali di un cantante che si sente onnipotente. Nel frattempo scrivo parecchio: divento prolifico se penso di scollegarmi, di non dover rispondere a delle esigenze. Poi la canzone arriva. Con la data del 15 luglio allo Stadio Franchi di Firenze, io chiudo». Tiziano ha anche anticipato i suoi piani per quanto riguarda il futuro: «Non ci saranno i palazzetti. Il prossimo tour arriverà dritto con il nuovo disco, tra un paio d’anni almeno. Non riesco ad esserci sempre. Ho bisogno di scrivere all’ombra».  

Now on air