WEB RADIO

RMC Marine
 
RMC 80
 
RMC Duets
 
MC2
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Radio Monte Carlo FM
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Music Star Zucchero
 
Music Star Jovanotti
 
RMC Italia
 
RMC New Classics
 
RMC Great Artists
 
Monte Carlo Nights Story
 
rmc
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC 90
 
Radio Kay Kay
 
Radio Bau & Co
 
Radio Festival
 
Music Star Giorgia
 
Music Star Coldplay
 
RMC Hits
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC Love Songs
 

Beppe Vessicchio non sarà a Sanremo

Per anni il direttore d'orchestra è stato un emblema del Festival. Ma a questa edizione non parteciperà. Ecco il perché

Beppe Vessicchio non sarà a Sanremo

Beppe Vessicchio non sarà al Festival di Sanremo. O meglio, ci sarà, ma in veste del tutto diversa. Il ben noto direttore d'orchestra, che con il suo look inconfondibile (barba e lunghi capelli, in una sorta di clone moderno di Giuseppe Verdi) ha accompagnato tante edizioni dell'evento (dal 1990 a oggi, ma con pause nel 1991, 1992, 2004, 2008 e 2009) quest'anno non sarà in scena nella sua consueta veste di Maestro.

La musica fa crescere i pomodori

Sarà invece probabilmente ospite, per presentare la sua prima fatica letteraria, "La musica fa crescere i pomodori". Ma il libro non è colpevole per l'assenza dalle scene di Vessicchio, personaggio di incredibile appeal per i social (l'anno scorso impazzava l'hashtag #uscitevessicchio e già oggi, all'incredibile rivelazione sulla sua assenza, la notizia è entrata nella lista delle più seguite, superando le anticipazioni sul nuovo episodio di "Star Wars"). A causare il "riposo" del Maestro pare sia stata la mancata ammissione al Festival dei musicisti per i quali avrebbe dovuto dirigere l'orchestra. «Sono stato prenotato da un paio di cantanti che però alla fine non sono stati invitati da Carlo Conti», ha dichiarato Vessicchio, che ha poi scherzato: «Almeno abbiamo evitato l’effetto presepe completo con Giuseppe, Maria e Conti in un ruolo impegnativo».

Un animale mitologico

Il Maestro ha però voluto rincuorare i fan, promettendo che comparirà comunque sul palco dell'Ariston: «Penso che andrò lo stesso: perché l'ho promesso agli amici musicisti e per promuovere il mio libro senza conflitto d'interessi». Circolano anche voci su un suo possibile ruolo da opinionista in televisione. Ma su questo Vessicchio si dimostra deciso: «Non fa per me, io sono un animale mitologico: metà uomo, metà orchestra. Mi mancherà la ritualità. Sanremo è come una festa comandata: c’è Natale, Capodanno, la Befana. E poi il Festival. Sentirò anche la mancanza dello stare insieme ad amici che vedo una sola volta l’anno. Ma mi hanno già fatto promettere che in qualche modo la nostra tradizionale frittata di maccheroni, da bravi meridionali quali siamo, la mangeremo lo stesso».