Madonna incriminata per gli attacchi a Trump?

Madonna incriminata per gli attacchi a Trump?

La star ha preso parte alla marcia di protesta del 21 gennaio e ha dichiarato enfaticamente di voler far saltare la Casa Bianca. Secondo alcuni siti conservatori, adesso potrebbe rischiare un'indagine e un'incriminazione

Anche Madonna ha partecipato alla marcia delle donne di sabato 21 gennaio contro Trump e come è sua abitudine si è fatta notare: nessuna delle star presenti si è infatti lanciata in attacchi verbali quanto la signora Ciccone. Il suo intervento dal palco di Washington è finito anche nei dossier del Secret Service, che è l’agenzia americana che si occupa della protezione e della sicurezza personale del presidente. Un portavoce avrebbe detto al Gateway Pundit (che è però un sito di estrema destra che va letto con molti dubbi e che spesso rilancia bufale) che «Il Secret Service è al corrente di quanto detto da Madonna e che avrebbe aperto un’inchiesta». La decisione su un’incriminazione ufficiale per la star però non spetta al Secret Service, ma all’ufficio del Procuratore. La notizia è stata poi rilanciata da Breitbart News, il portale dello stratega di Trump, Steve Bannon. Quindi, indagine o no, sicuramente Madonna è sempre di più nella lista dei nemici del nuovo (e a quanto pare permalosissimo) presidente.

Le frasi di Madonna

Ma cosa ha detto di così grave Madonna? Innanzitutto, ha cantato due canzoni, "Express Yourself" e "Human Nature". E durante l’esibizione, ha cambiato le parole di quest’ultima canzone, inserendo un  «Donald Trump, suc******lo». Che poi è un’autocitazione, visto che durante la campagna elettorale aveva promesso sesso orale a tutti gli elettori di Hillary Clinton. Durante il discorso di sabato Madonna ha poi mandato un esplicito «Vaffa…» a tutti i detrattori della marcia, costringendo la CNN a interrompere il collegamento in diretta e scusarsi. Ma il punto più grave, dal punto di vista del Secret Service, è stato il momento in cui Madonna ha detto di sentirsi così «arrabbiata e oltraggiata», da pensare molte volte «di far saltare in aria la Casa Bianca».

Now on air