Sting: "Mi sono trasferito negli Usa per l'invidia degli inglesi"

News Musica

Sting: "Mi sono trasferito negli Usa per l'invidia degli inglesi"

Il successo può avere anche dei lati negativi e l'ex frontman dei Police racconta quelli che lo hanno riguardato da vicino

Un'infanzia povera poi il successo nel mondo della musica. La vita e la carriera di Sting lo hanno portato ad accumulare una fortuna, ma non sempre il successo viene visto di buon occhio. L'ex cantante dei Police ora racconta in un'intervista di aver deciso di lasciare l'Inghilterra a causa dell'invidia dei suoi concittadini e di avere scelto gli Stati Uniti come sua residenza: "Gli inglesi soffrono di invidia nei miei confronti e ho dovuto trasferirmi negli Stati Uniti".

Evidentemente la fortuna messa insieme da Sting, nato a Wallsend da un lattaio e da una parrucchiera, non ha riscosso le simpatie dei suoi connazionali. Del resto il suo patrimonio stimato si aggira intorno ai 200 milioni di sterline, con proprietà da sogno sia in Inghilterra che nel Regno Unito. Sting ha commentato così la scelta di trasferirsi a New York: "Penso che gli americani abbiano maggiore rispetto per chi riesce ad avere successo, rispetto a quanto fanno gli inglesi che invece ti guardano con invidia".

Now on air