Addio Leonard Cohen

extra

Addio Leonard Cohen

Il poeta musicista canadese si è spento a 82 anni.

Leonard Cohen è morto questa notte.

"È con profonda tristezza che diamo notizia della morte del poeta, compositore e artista leggendario Leonard Cohen.

Abbiamo perduto uno dei visionari più prolifici e rispettati del mondo della musica".

Con questo messaggio, il suo agente ha comunicato al mondo la triste notizia attraverso la pagina Facebook del poeta e musicista canadese.

Cohen nacque 82 anni fa nella provincia di Montreal da una famiglia borghese di origini ebraiche.

Iniziò la sua carriera come scrittore e poeta e solo a trent'anni si avvicinò alla musica, convinto dalla cantautrice folk Judy Collins, che interpretò una delle sue prime composizioni, Suzanne.

Il suo primo concerto, Cohen lo portò in scena al Newport folk festival nel 1967.

Durante le apparizioni televisive che seguirono, Leonard Cohen recitava anche le sue poesie, per non abbandonare mai la doppia veste che lo aveva portato all'esordio discografico.

Nel 1970, 600 mila spettatori ascoltarono la sua interpretazione di Suzanne durante il festival dell'isola di Wight.

I suoi primi album gli valsero la definizione di "poeta laureato in pessimismo". Songs of Leonard Cohen è stato infatti un disco con una forte impronta malinconica e quelli che seguirono, Songs from a room (1969) e Songs of love and hate (1971), furono caratterizzati da un suono scarno, quasi minimalista.

Nel corso della sua carriera, Cohen ha sperimentato con il jazz e gli stilemi etnici della musica mediterranea e orientale.

Nei suoi libri ha spaziato da temi religiosi e spirituali, alla sensualità, ha scritto, diretto e musicato film come I am a hotel e colonne sonore pluripremiate come quella per Night magic.

Di Leonard Cohen, che solo pochi mesi fa aveva detto addio alla sua musa Marianne Ihlen, mancheranno la sua voce profonda e l'eleganza dei suoi concerti, ma anche il rispetto che nutriva per il pubblico e che dimostrava sempre verso i suoi musicisti.

Now on air