Per la morte di Bobbi Kristina giudicato responsabile il fidanzato Nick Gordon

News Musica

Per la morte di Bobbi Kristina giudicato responsabile il fidanzato Nick Gordon

L'uomo rischia di dover pagare 50 milioni di dollari di risarcimento

È stato Nick Gordon a causare la morte di Bobbi Kristina, unica figlia di Whitney Houston e Bobby Brown. Il giudizio arriva dal tribunale di Fulton County, Georgia, che ha ritenuto colpevole l’uomo, fidanzato della ragazza oltre che figlio adottivo della famiglia Houston- Brown.

La morte di Bobbi Kristina

A far causa al giovane è stato l’ente che cura gli interessi della famiglia di Bobbi. Nick Gordon non si è presentato in tribunale e non ha assoldato nessun avvocato per difendersi in questa causa. Adesso rischia di dover pagare 50 milioni di dollari per danni (tanto infatti è quanto ha chiesto la famiglia di Bobbi come risarcimento). Secondo quanto emerso dalle udienze, Gordon aveva anche abusato psicologicamente di Bobbi per estorcerle del denaro. Bobbi era stato trovata in stato d’incoscienza nella vasca da bagno il 31 gennaio 2015, dopo aver assunto alcol, droghe e farmaci. La ragazza era morta in ospedale dopo sei mesi di coma, il 26 luglio, all'età di 22 anni.

Now on air