WEB RADIO

rmc
 
Radio Festival
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Jovanotti
 
Music Star Giorgia
 
Music Star Coldplay
 
RMC New Classics
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC Marine
 
RMC 90
 
RMC Love Songs
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Radio Monte Carlo FM
 
Radio Kay Kay
 
MC2
 
RMC Great Artists
 
Music Star Zucchero
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC 80
 
Xmas Radio
 
RMC Duets
 
RMC Hits
 
RMC Italia
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Radio Bau & Co
 

Laura Pausini risponde a Fiorello: "Amiche per l'Abruzzo? Siamo state serie e puntigliose"

Dopo il video-polemica dello showman sui concerti benefici, la cantante precisa che i fondi raccolti dopo il terremoto in Abruzzo sono stati utilizzati correttamente

Laura Pausini risponde a Fiorello: "Amiche per l'Abruzzo? Siamo state serie e puntigliose"

Laura Pausini interviene nelle polemiche degli ultimi giorni. A lanciarle è stato Fiorello, che ha realizzato un video nel quale si dichiarava scettico verso gli spettacoli di beneficenza organizzati in favore delle popolazioni colpite dal terremoto. La Pausini è stata protagonista di un'iniziativa benefica di grande impatto, "Amiche per l'Abruzzo", che nel 2009 portò sul palco di San Siro oltre 43 artiste di fronte a 60.000 spettatori: «Non è una risposta a Fiorello, ma a tutti quello che vogliono sapere dove sono finite le vostre e (nostre) donazioni» ha dichiarato l'artista su Facebook. «So come funzionano queste cose, troppa gente dietro e, con la scusa dei costi da coprire, pochi soldi alla fine vengono realmente devoluti alla causa. Ma noi siamo persone serie e puntigliose e abbiamo seguito con attenzione e amore queste donazioni».

Gli aiuti alla scuola elementare

In quell'occasione si raccolse oltre un milione di euro, gran parte del quale è stato utlizzato per la ricostruzione della scuola elementare Edmondo de Amicis, della mensa della succursale e dell'aula di musica, il resto è andato all'associazione "Aiutiamoli a vivere" per la ricostruzione di un centro polifunzionale nella frazione di Camarada. «I soldi - ha concluso la Pausini - sono stati donati e usati completamente già da anni, ma in Italia pochi riportano queste notizie di organizzazione senza scandali e curate come si deve».