John Lennon: negata la libertà vigilata al suo killer Mark David Chapman

John Lennon: negata la libertà vigilata al suo killer Mark David Chapman

L’uomo che ha ucciso il celebre artista dovrà continuare a scontare la sua pena in carcere

Mark David Chapman continuerà a scontare la sua pena in carcere. Per la nona volta infatti una apposita commissione ha respinto la sua richiesta di libertà vigilata. L’uomo l’8 dicembre del 1980 aveva assassinato John Lennon proprio di fronte la sua abitazione newyorkese, il Dakota Building. Chapman, che adesso ha 61 anni, nel 2014 ha dichiarato di essere stato un vero idiota per aver ucciso il grande musicista, e ha rivelato di aver trovato la fede. Parole che non sono valse a garantirgli un regime più leggero di pena. E la stessa Yoko Ono aveva scritto alla commissione incaricata di vagliare la richiesta di Chapman, opponendosi vigorosamente alla possibilità della libertà vigilata. Chapman potrà nuovamente inoltrare la richiesta tra due anni.

 

 

 

 

Now on air