WEB RADIO

Radio Festival
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Radio Kay Kay
 
RMC Duets
 
Music Star Zucchero
 
RMC Love Songs
 
rmc
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Jovanotti
 
RMC 90
 
Music Star Coldplay
 
RMC 80
 
Music Star Giorgia
 
RMC New Classics
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC Great Artists
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC Italia
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Radio Bau & Co
 
RMC Marine
 
RMC Hits
 
MC2
 

MASERATI MC

Ci sono auto che nei sogni di tutti restano confinate nel cassetto dei desideri. Poi succede che, per lavoro, uno di questi sogni te lo ritrovi fra le mani e allora pensi che sei fra i pochi fortunati che in poco tempo sei riuscito a fare quello che altri non faranno in una vita. Prendete la nuova Maserati MC, appena presentata al salone di Parigi, pochi giorni dopo era in pista al Mugello. Esemplare unico, a dire il vero, e messo nelle mani di un pilota vero, Johnny Herbert. Il tutto per capire come una stradale ad alte prestazioni possa essere la cosa più vicina a una vettura da corsa che circoli attualmente. La Maserati MC deriva dalle esperienze della Granturismo MC usata nel Trofeo e con lei ha una stretta parentela per quanto riguarda la potenza (450 CV) accelerazione (da 0 a 100 in meno di 4 secondi) e tenuta con in più il confort di marcia di una vettura di lusso dove niente viene lasciato al caso. Trascurando i dettagli tecnici, i due posti a disposizione ne fanno una esclusiva sportiva di alto bordo. Chi volesse i 4 sedili può rivolgersi alla Granturismo S, che di potenza ne ha abbastanza per divertirsi ma con un poco di rollio in più come deve essere per una stradale.

La prova
Appena saliti in macchina, con casco, tuta e collare hans obbligatori, quella peste di Herbert fa la conta:”Cinture? Allacciate. Casco? Allacciato. Tuta? Chiusa”. E giù di gas spalancato verso l'uscita dei box. Accelerazione spaventosa, da vera sportiva, rombo del motore dagli scarichi che fa venire l'adrenalina. Prima curva a destra, frenata secca, terza marcia e dentro verso la esse successiva, le gomme slittano, si saltella e si controsterza, poi si arriva alla Arrabbiata. La prima è fattibile, la seconda, in salita e cieca, ti fa venire l'ansia: "Calmo, sto girando da stamattina ma non ho ancora capito da che parte va la pista” dice Herbert. Sta scherzando ma quando mette mezza macchina sul prato e lavora di sterzo e gas per tenerla dritta, a oltre 220 all'ora, capisci la differenza fra un pilota di F1 che con le macchine fa quello che vuole e un povero professionista della penna. Quando si arriva alla esse fatale a Valentino Rossi se ne ha un'altra prova. Quarta marcia, a salire, giù il piede e transitorio sinistra destra che ti fa uscire come una schioppettata.

Una vettura dalla doppia anima
Non parliamo poi dell'ultima curva, fatta tutta in appoggio con le gomme ormai usurate dal lungo stress e il motore che urla. Il giro di giostra è finito, poi tocca a noi capire che da belva stradale che è questa MC si può usare anche per andare a fare la spesa. Col cambio automatico la può guidare chiunque, è tranquilla, sembra un gatto che fa le fusa. Poi se apri il gas, cambia la musica. E' la doppia anima di una vettura dalla linea stupenda, elegante e senza tempo, con un motore 8 cilindri che romba e dà emozione al solo sentirlo. Il prezzo di circa 140 mila euro ne fa una vettura riservata a pochi, di sicuro quei pochi che l'avranno saranno notati e invidiati. Il nuovo trend Maserati colpisce, affascina e permette anche a chi non può puntare a una Ferrari, di avere una vettura da sogno, ma a prezzi accessibili (sempre relativamente, chiaro). "Divertito? Io no - dice Herbert - è un esemplare unico e se lo rompo mi inseguono fino a Firenze a calci nel sedere. Per questo sono andato piano…”. Ah, meno male. Altrimenti chissà come andava a finire…

Paolo Ciccarone

In Evidenza