WEB RADIO

Music Star Zucchero
 
MC2
 
RMC Love Songs
 
Music Star Tiziano Ferro
 
rmc
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC Hits
 
Music Star Giorgia
 
RMC Duets
 
RMC New Classics
 
RMC Italia
 
Radio Kay Kay
 
Music Star Coldplay
 
Radio Monte Carlo FM
 
Radio Bau & Co
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Music Star Jovanotti
 
Radio Festival
 
RMC 90
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC 80
 
RMC Great Artists
 
RMC Marine
 

Poker di attrici doc nell'autunno stellare di PREMIUM

Jennifer Lopez, poliziotta corrotta e doppiogiochista in Shades of Blue

Su PREMIUM CRIME, dal 22 settembre, in anteprima assoluta, ogni giovedì in prima serata

Jennifer Lopez, poliziotta corrotta e doppiogiochista in Shades of Blue

Una Serpico in seno. Una detective corrotta di New York è costretta a collaborare con una squadra anticorruzione dell’FBI una volta scoperta e a tradire i suoi colleghi. Il fascino della doppiogiochista ha il volto (e non solo quello) di Jennifer Lopez nella scommessa (già vinta) più importante della sua carriera: oltre che vederla protagonista, la serie – già rinnovata per la 2° stagione dopo il boom di ascolti e la popolarità – la vede altresì impegnata da produttrice.

Coadiuvata dalla firma DOC da Oscar di Barry Levinson (qui nelle vesti di produttore esecutivo), JLo ha il distintivo della detective Harlee Santos, madre single con figlia a carico una volta terminato il massacrante turno di lavoro nelle pieghe di Brooklyn e della sua malavita strisciante. Lei e la sua squadra, guidata dal tenente Matt Wozniak (Ray Liotta), sono abituati a condividere un codice che non sempre brilla di specchiata legalità, piccoli sotterfugi che con il passare del tempo sono diventate norme distorte per raggiungere i propri rendiconti. E quando la nostra viene colta in flagrante ad infrangere la legge, viene costretta dal detective dell’FBI Robert Stahl (Warren Kole) a tradire la fiducia dei suoi colleghi. Drea de Matteo de “I Soprano” interpreta l’agente di polizia Tess Nazario, madre di 3 figli. Il caso vuole – e anche l’ormai acclarato binomio serie tv+realtà - che la prima puntata si apra con l’uccisione da parte della polizia di un sospettato afro-americano.

Barry Levinson dirige proprio la puntata-pilota e il secondo episodio. La serie tratta dal romanzo di Michael Rudolph “Shades of Blue: 30 Years of (Un)ethical Policing” è adattata per la tv dall’olandese di origini israeliane Adi Hasak. Le riprese sono avvenute interamente per le strade della Grande Mela. Tra i produttori esecutivi spicca anche Ryan Seacrest, già compagno d’avventure talent di JLo in “American Idol”.

Poco prima del debutto della serie, la bibbia televisiva “Tv Guide” scrisse che Jennifer Lopez si appresta a sfidare se stessa in una rischiosa scommessa dove si è gettata senza risparmiarsi tra tante altre attività. E’ senz’altro la più importante e incerta della sua carriera”.

Brian Lowry su “Variety” ha commentato: “è un titolo solido e con molti punti di forza, Ray Liotta su tutti, con JLo che rischia di distrarre gli spettatori dalla qualità del prodotto”. Secondo “Hollywood Reporter” etichettare il serial quale “un eccesso di vanità di Jennifer Lopez sarebbe sbagliato: ha creduto in una serie che funziona”.