Altaroma: tra fashion e grande cinema

Altaroma: tra fashion e grande cinema

Appuntamento dal 8 giugno al 1 luglio nei leggendari studi di Cinecittà, a Roma, per l'evento che presenta le nuove collezioni dei couturier romani. RMC è radio ufficiale

E' una celebrazione prestigiosa della creatività romana e dei suoi talenti: è Altaroma, che, dal 28 giugno al 1 luglio sceglie come location una struttura leggendaria. Sono infatti gli studi di Cinecittà Roma a far da sfondo alle collezioni dei couturier romani, alle presentazioni e alle sfilate dei giovani talenti, alle scuole e alle accademie di moda e ai costumi in mostra.

Cinema e alta moda a Roma: un connubio vincente, un legame speciale che nasce negli indimenticabili Anni Cinquanta della Hollywood sul Tevere, quando le grandi dive americane frequentano gli atelier romani delle Sorelle Fontana, di Fernanda Gattinoni, di Roberto Capucci e diffondono la maestria e la bellezza della moda italiana nel mondo.

Oggi, nuovi, giovani talenti possono far conoscere le proprie creazioni nei set e nei teatri di posa che hanno ospitato grandi registi, italiani e internazionali, da Federico Fellini a Francis Ford Coppola, da Luchino Visconti a Martin Scorsese.

L'immagine di questa edizione è stata realizzata da Rosalba Cafforio (fashion and beauty illustrator, selezionata durante l’edizione di gennaio 2017 nell’ambito dell’iniziativa “Portfolio Review”) e si ispira al film “Giulietta degli spiriti” di Federico Fellini. L’abito è del designer Giuseppe Di Morabito, finalista di “Who Is On Next? 2015”.

Tre le sezioni di AltaromaFashion Hub, dedicata a scouting, formazione e promozione della creatività emergente; Atelier, contenitore di sfilate e presentazioni di maison di couture, neo-couture, piccoli atelier, sartorie e artigianalità; In Town, destinata a iniziative e attività connesse alla moda che, durante la manifestazione, colgono l’occasione per promuoversi e instaurare contatti utili al proprio business in città.

Altaroma Fashion Hub

Torna “Who Is On Next?”, giunto alla sua quattordicesima edizione. Questo progetto di fashion scouting (ideato e realizzato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia) lancia i nuovi, giovani talenti ed è considerato a livello mondiale tra le piattaforme creative più autorevoli. Un vero incubatore di stilisti promettenti, promotore di una creatività sperimentale, capace di guardare al futuro senza dimenticare la storia e la tradizione artigianale.

Finalisti di questa edizione per la categoria abbigliamento sono SS 19, Angelia Ami, Cancellato, Leo Studio Design, MRZ, MTF Maria Turri; per gli accessori Delirious Eyewear, Maissa, Manfredi Manara, Woobag.  

Altaroma e Vogue Italia, insieme alle altre istituzioni della moda italiana Camera Nazionale della Moda Italiana e Pitti Immagine, insigniranno i vincitori di “Who Is On Next? 2018” del PREMIO FRANCA SOZZANI.

Il premium contemporary department store Coin Excelsior, che fin dal 2015 sostiene i talenti emergenti di Altaroma, è partner per la prima volta  di “Who Is On Next? 2018”, con un premio al finalista più promettente in termini di creatività e capacità di posizionarsi con successo sul mercato di riferimento.

Altro premio speciale è quello assegnato dalla piattaforma internazionale Tomorrow, che opera attraverso showroom, logistica, centri distributivi e divisioni marketing e digital nelle principali città della moda (Londra, Milano, Parigi e New York). 

Anche Sugar, concept store all’avanguardia nel cuore di Arezzo, e Roberta Valentini, fondatrice e anima di Penelope, uno degli store più influenti, attribuiranno dei premi ai finalisti di “Who Is On Next? 2018”.

Torna Showcase (alla sua seconda stagione): il progetto promosso da Altaroma e ICE - Agenzia, presenta aziende consolidate e brand emergenti della moda italiana contemporanea alla stampa, agli operatori del trade e ai buyer nazionali e internazionali. Queste le griffe selezionate: 011 Eyewear, Adelaide C., Adrianhats, Alessandra Giannetti, Aroma30, Caterina Moro, Fase Factory, Gaetano Pollice, Gaia, Giulia Barela Jewelry, Irma Cipolletta, Italo Marseglia, Martina Cella, Monica Campri, Morfosis, Obligé, Pokemaoke, Supermarket Bag, The Dots, Una Sera (giovedì 28); Apnoea, Bav Tailor, Cardillo, Cecchi De Rossi, Davide Grillo, Gerlando Dispenza, Huma Sunglasses, Laetitia, Lamperti Milano, Lido, Marco Proietti, Maria Lamanna, Michele Chiocciolini, Noshi, Roi Du Lac, Rosemari, STMA, Valentina L Fontana, Virginia Severini, Visone (venerdì 29); 6229, Annie, Antonio Martino, Asciari Milano, Chiaraperrot, Coolt, Essere, Federica Tosi, Federico Cina, Iuri, La Débraillée, Ledeff, Miathami, Moqette, My Golden Cage, Nico Giani, Ninael, Roberto Di Stefano, Sylvio Giardina, Tiziano Guardini (sabato 30).

Presentano le loro collezioni anche gli stilisti provenienti dalle edizioni precedenti di “Who Is On Next?”: Edithmarcel (finalista “Who Is On Next? 2016”), Marianna Cimini (finalista “Who Is On Next? 2014”), Miahatami (vincitore “Who Is On Next? 2016”), Moi Multiple (finalista “Who Is On Next? 2009”), Soocha (finalista “Who Is On Next? 2012”).

Sguardo anche alla creatività che viene dall'estero, con “Portugal Fashion”, manifestazione che condivide la stessa mission di Altaroma. “Bloom” è il progetto di Portugal Fashion che ha la funzione di trampolino di lancio dei talenti emergenti della moda portoghese. In programma una sfilata collettiva dei designer portoghesi Daniela Pereira (menswear), Joana Braga (womenswear) e Nycole (menswear) con le collezioni SS 19 e una presentazione dei vincitori del “Bloom Contest 2018” Mara Flora (womenswear) e Maria Meira (womenswear), con collezioni FW 18-19.

Altaroma sostiene la formazione dei giovani talenti e dà l'opportunità di presentare i propri lavori agli studenti dell’Accademia Costume & Moda, dell’Accademia Altieri Moda e Arte, dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, dell’Accademia Italiana, dell’Accademia Koefia, dell’Accademia Moda Maiani e della Scuola di Moda Ida Ferri. 

E' alla sua settima edizione “Portfolio Review”, dedicato a designer, illustratori e progetti moda sostenibili.  

Altaroma Atelier

Il connubio tra moda e cinema si celebra a partire dal giorno di apertura, quando, in anteprima mondiale, alla presenza di Roberto Capucci, nella Sala Fellini degli Studi di Cinecittà, si proietta  il documentario “La moda proibita - Roberto Capucci e il futuro dell'alta moda” di Ottavio Rosati, prodotto da Plays srl e in collaborazione con Jean Vigo Italia. Il racconto del talento di un vero protagonista dell'haute couture internazionale, capace di dar vita a vere e proprie opere d'arte esposte nei musei di tutto il mondo. L'omaggio a Balestra prosegue, nel magnifico set dell’Antica Roma, con Tribute To Renato Balestra, una sfilata unica che racconta il suo lavoro.

E' invece lo stile di Raffaella Carrà a essere raccontato, al Teatro 1 degli Studi di Cinecittà, con la mostra “Iconoclasti” – lo stile di Raffaella Carrà nell’opera di costumisti e stilisti”, a cura di Fabiana Giacomotti, autrice e curatrice di fama internazionale, specialista di costume televisivo, coadiuvata da Annalisa Gnesini, giovane curatrice che ha collaborato a numerose mostre di moda e costume in Italia e all’estero. In esposizione, i costumi più significativi della Carrà e le loro traduzioni in abiti di moda da parte di grandi stilisti e giovani promesse del design italiano.  

Gli scenari del futuro sono il tema di A.I. Artisanal Intelligence, progetto nato in seno ad Altaroma, che presenta “A.I. – Re-action”, dedicato agli artigiani del futuro. A essere presentati sono capi di archivio, collezioni di artigiani e nuovi brand che uniscono, in un linguaggio ibrido tra design e moda, ricerca artigianale all'immagine e moda “progettata” che, paradossalmente, sembra streetwear.  

Gli Studi di Cinecittà ospitano le sfilate della Collezione Haute Couture Autunno Inverno 2018 -19 “Lovers” di Sylvio Giardina (un trionfo di tradizione rivista in chiave contemporanea), la  collezione di Alta Moda Autunno Inverno 2018-19 di Sabrina Persechino e, per, “International Couture”, le creazioni di Abed Mahfouz a Roma, in una sfilata evento con Natasha Pavluchenko.

Altaroma In Town

Particolarmente stimolanti i talk e le performance di questa edizione. Da non perdere il talk “Roman’s Romance” (nell’Auditorium del MAXXI – Museo delle Arti del XXI Secolo), incentrato sull’incontro con personalità internazionali della moda: Marco De Vincenzo, direttore creativo dell’eponimo brand, e Chiara Tronville, fashion journalist di D - La Repubblica, raccontano Roma come luogo della creatività.

Il Teatro 10 degli Studi di Cinecittà ospita la performance “Anna Cappelli adora i Baustelle” di Rossano Giuppa. Dichiarazione d'amore per il teatro, la moda e la musica, è tratto da “Anna Cappelli” di Annibale Ruccello e dalla discografia dei Baustelle. 

La sfilata “Couture Collides Nano Technology”, del brand Au197sm si svolge sulla passerella del Teatro 12. Infine, “Cinecittà si Mostra” consente di visitare i set e i percorsi espositivi di Cinecittà, valorizzandone il patrimonio storico e architettonico (www.cinecittasimostra.it).

Nell'ambito delle manifestazione, si terrà una conferenza stampa per presentare un accordo di collaborazione tra il Parco Archeologico del Colosseo e Altaroma rivolto alle accademie di moda e finalizzato alla progettazione delle divise per il personale del Parco.

Tutte le informazioni e il calendario completo di Altaroma sul sito www.altaroma.it.

 

Now on air