Tutti a bocca aperta di fronte al bracciale ritrovato a Pompei

Tutti a bocca aperta di fronte al bracciale ritrovato a Pompei

Da poco ritrovato sotto la lava ed esposto con altri reperti, ha conquistato gli italiani (e non solo) con la sua bellezza

Sta togliendo il fiato a tutti quanti lo ammirano: sia i visitatori della mostra "Tesori sotto i lapilli" (da lunedì 11 settembre fino al 31 maggio all'Antiquarium di Porta Marina a Pompei), sia chi lo ammira solo in foto. E' un bracciale (armilla, per usare il suo nome romano) di straordinaria bellezza, dal peso di 610 grammi, con due teste di serpente che reggono un disco con il busto della dea della Luna.

Il bracciale, insieme a molti altri reperti (arredi, affreschi, sculture, monete preziose e oggetti in bronzo) era conservato nei depositi della soprintendenza e del Museo archeologico nazionale di Napoli e adesso è finalmente esposto per la gioia dei visitatori. Gli oggetti sono stati trovati sotto la lava che aveva ricoperto le ricche ville dell'Insula occidentalis. In mostra anfore, ampolle, una caldaia, lucerne e tavoli in bronzo, una meridiana, due raffinati pannelli in vetro cammeo. 

Now on air