Tappeti, che passione: ma... quanto ne sapete?

Tappeti, che passione: ma... quanto ne sapete?

Kilim, flokati, Beni Ourain... Qual è la differenza? E cosa sono i boucherouite? Guida all'affascinante mondo dei tappeti

Continua la nostra collaborazione con il portale internazionale di design Houzz, per mostrarvi case da sogno in Italia e all'estero, a cui ispirarvi per arredare il vostro appartamento, e per conoscere accorgimenti e consigli pratici per rendere sempre più bella e confortevole la vostra abitazione.

Questa settimana vi proponiamo un viaggio affascinante nel mondo dei tappeti. Per scoprire quali sono i più belli e i più diffusi. E come riconoscerne tutte le caratteristiche.

Di Laura Gaskill per Houzz

Guarda altre foto di living moderni

Kilim
I kilim sono tappeti a tessitura piatta, realizzati a mano su telaio, caratterizzati da motivi geometrici e colori naturali. I tessuti dalle calde tonalità provengono principalmente dalla Turchia, ma sono lavorati in una regione ben più vasta, che abbraccia i Balcani fino al Pakistan. Si distinguono facilmente dai tappeti persiani per la loro superficie piana. L’assenza di pelo li rende particolarmente adatti alle zone di grande passaggio, come può essere una una sala da pranzo di una famiglia.

Idee per una camera da letto moderna

Flokati
Un tappeto flokati autentico è in pura lana vergine (compresa la parte posteriore), è fatto a mano e proviene dalla Grecia. Questi tappeti hanno pelo lungo e morbido, normalmente sono del colore beige chiaro naturale della pecora il cui vello è stato utilizzato per realizzarli. Sul mercato si trovano anche tappeti flokati tinti, così come varianti realizzate in materiali sintetici. L’effetto ultra soffice di questo tipo di tappeto ne fa un accessorio ideale per le camere da letto.

Beni Ourain
Gli autentici tappeti Beni Ourain sono tessuti a mano dalle omonime popolazioni che vivono nella regione dell’Atlante, in Marocco. Questi tappeti sono comodi e soffici, hanno pelo lungo e si caratterizzano per i tipici motivi geometrici e i disegni astratti in colore marrone o grigio su sfondo crema. Ciascun pezzo è unico, e spesso presenta forma e colorazione irregolari. Questo tipo di tappeto ha guadagnato sempre maggiore popolarità, e ormai, anche nei grossi punti vendita, è facile trovare tappeti che ne mimano lo stile, sia in lana che in materiali sintetici.

Boucherouite
Il fratello più piccolo ed esuberante del Beni Ourain è il tappeto boucherouite, prodotto artigianalmente dalle popolazioni berbere del Nord Africa. Realizzati tessendo e cucendo tra loro ritagli colorati di tessuto e di lana, questi tappeti elevano a un livello di grande eleganza il concetto di patchwork. I boucherouite sono una tale esplosione di colore e fantasie che perfino un tappeto di dimensioni modeste non passa mai inosservato.

In sintesi

Kilim: tappeto a tessitura piatta, in colori caldi e naturali; si caratterizza per i motivi geometrici

Flokati: tappeto a pelo lungo; realizzato a mano con lana di pecora, proviene dalla Grecia; normalmente è di colore beige naturale

Beni Ourain: tappeto in lana a pelo lungo; realizzato a mano nelle regioni montuose del Marocco; si caratterizza per i disegni geometrici marroni o grigi su sfondo crema

Boucherouite: tappeto a pelo lungo stile patchwork, realizzato a mano in Nord Africa con pezze riciclate di tessuto e di lana

Now on air