WEB RADIO

Radio Festival
 
Music Star Giorgia
 
RMC Great Artists
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC Hits
 
RMC Marine
 
RMC New Classics
 
Music Star Jovanotti
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC Italia
 
RMC 90
 
Radio Bau & Co
 
Music Star Pino Daniele
 
Music Star Coldplay
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Romantic Rock
 
RMC 80
 
Radio Monte Carlo FM
 
rmc
 
MC2
 
RMC Duets
 
Music Star Zucchero
 
Radio Kay Kay
 
Monte Carlo Nights Story
 
Xmas Radio
 
RMC Love Songs
 

Le meraviglie dell'affresco più vero del vero

In una casa a Milano un meraviglioso affresco conquista con il suo effetto ancora più realistico della realtà

Le meraviglie dell'affresco più vero del vero

Continua la nostra collaborazione con il portale internazionale di design Houzz, per mostrarvi case da sogno in Italia e all'estero, a cui ispirarvi per arredare il vostro appartamento, e per conoscere accorgimenti e consigli pratici per rendere sempre più bella e confortevole la vostra abitazione.

Queste settimana vi portiamo nel cuore storico di Milano, in un appartamento inondato di luce in cui è protagonista un meraviglioso affresco, opera dello stesso architetto che vive in questa casa e ne ha curato il restyling.

Di Claudia Schiera per Houzz
Architetto: Vittorio Garatti

Al piano terra, le pareti del soggiorno sono state interamente affrescate da un trompe l’oeil. Il dipinto, realizzato dal pittore Pino Mallai, rivisita l’opera del Tiepolo Il banchetto di Cleopatra. Le figure dei personaggi, mantenute originali nella figura, sono state sostituite nei volti con uomini, donne e personaggi cari all’architetto: «Ho voluto inserire le persone importanti nella mia vita, così ad esempio, Cleopatra è diventata mia moglie, mentre Antonio è diventato Frank Lloyd Wright». Oltre a loro spiccano, da una parte, i volti degli architetti Antoni Gaudí, Guido Canella e Rosanna Monzini, e dall’altra parte si trova il volto di Isa Vercelloni, storica direttrice di Casa Vogue, e di altri personaggi che hanno direttamente, o indirettamente, influenzato la vita dell’architetto Garatti.

Come sfondo ai personaggi è stata riprodotta la scuola di Balletto progettata da Garatti negli anni Sessanta, all’Avana.

Nel soggiorno il dipinto si riflette sulla parete specchiata posta sopra il camino. Il risultato è un effetto doppio che riempie completamente la stanza. L’appartamento si trova all’ultimo piano dell’edificio ed è stato ristrutturato recuperando la grande altezza preesistente. Per farlo, come prima cosa, è stato rimosso il vecchio tetto in legno per crearne uno nuovo. Questo ha reso possibile la realizzazione di una doppia altezza, un soppalco, con un’altezza minima abitabile. Per “aprire” lo spazio con questa libertà è stata creata una struttura studiata ad hoc in metallo: una sorta di scheletro che articola al meglio le diverse altezze e l’ampio spazio interno.

Trovandoci all’ultimo piano dell’edificio è stato possibile rimuovere il muro portante, questo ha reso ancora più libero e dinamico lo spazio nella grande zona giorno.

Per quanto riguarda le superfici e i colori, oltre al bianco che corre perfettamente su soffitto e pareti non affrescate, per il pavimento è stato scelto al primo livello il cotto lombardo, mentre sul soppalco un caldo parquet color miele.

Al piano d’ingresso, oltre alla zona giorno e una piccola cucina, collegata con un ripostiglio posto sul soppalco, sono state realizzate due aree studio perfettamente identiche: una per l’architetto e l’altra per sua moglie.

Durante la ristrutturazione è stata realizzata una trave di colmo in acciaio che ha permesso l’apertura del grande finestrone centrale posto in alto.

Nel soppalco è stata creata la camera da letto padronale con attigua una stanza da bagno, oltre a un piccolo ripostiglio ad uso della cucina posizionato proprio sopra quest’ultima. La camera da letto sul soppalco è arredata, come buona parte della casa, con mobili realizzati su disegno dell’architetto. In questo ambiente, come nel resto dell’appartamento, tutte le finestre sono oscurabili attraverso delle tende. Queste garantiscono agli ambienti, e a chi riposa, un buio assoluto e totale.

Il bagno, posizionato sul soppalco insieme alla camera da letto, gode di un’ampia vasca inserita proprio dietro la porta e decorata come una piccola serra molto luminosa e abitata dal verde.

Eleganza, bellezza, emozione e passione si fondono così in questa casa semplicemente meravigliosa e davvero particolare. Un luogo che sembra sospeso nel tempo, abitato dalla luce e denso di un senso unico e profondo dell’abitare.