Quando le donne si uniscono contro i pregiudizi fisici

Quando le donne si uniscono contro i pregiudizi fisici

Un paio di shorts indossati da una vip (magra peraltro) e la didascalia di un giornale scatenano una questione sui pregiudizi fisici. Ma le donne dicono no!

Cosa succede se una vip indossa un paio di shorts e una testata giornalistica non la considera al top?  Le cose che succedono sono due: la prima è che gran parte delle giovani si identificano in un modello a nostro avviso errato, ossia di donna che deve rispecchiare un canone fisico imposto; la seconda è che qualcuno si accorga della cosa e la faccia tuonar a suon di social in un post e che il risultato sia una reazione all’unisono delle donne contro i pregiudizi fisici.

Tutto questo è quello che è successo circa una settimana fa: la giornalista Selvaggia Lucarelli punta i riflettori su una didascalia annessa ad una foto sul femminile del Corriere della Sera, che immortala Chloe Moretz mentre passeggia in shorts. La didascalia recita "non è così magra da poterli indossare con disinvoltura".

“Vi prego di guardare la ragazza in questione in basso – scrive la Lucarelli sulla sua pagina Facebook - e ditemi se è lei ad avere problemi fisici o la giornalista problemi psichiatrici. (nel frattempo attendiamo magari di sapere chi scrive questa roba, visto che la foto mi è stata mandata da mezzo mondo stamattina e sarebbe legittimo avere un confronto con chi ha questa visione del corpo femminile così pericolosa e distorta. In un giornale che si chiama Io donna poi.)

Anche la blogger Iris Tinunin dice la sua e per rispondere alla questione della didascalia, sollevata dalla giornalista Lucarelli, ha pubblicato un suo bellissimo scatto in shorts, lanciando l'hashtag #iodonnaconglishorts. Le donne si sono così sodalizzate e molti sono stati gli scatti di ragazze in shorts pubblicate con l’hashtag in questione.

Il fatto della didascalia è poi proseguito con correzioni della redazione, anche se non più felici della precedente. Ma cogliamo l’occasione per leggere il lato positivo dell’avvenuto che risiede nella reazione di moltissime giovani che hanno dato un esempio positivo pubblicando le loro foto in shorts, per dire a tutti che la bellezza non risiede in un fisico ultra-magro.

foto da stylosophique.com

Now on air