WEB RADIO

rmc
 
Radio Bau & Co
 
Radio Kay Kay
 
RMC Hits
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC 80
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Music Star Giorgia
 
RMC Duets
 
Music Star Pino Daniele
 
Music Star Zucchero
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC Great Artists
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Radio Festival
 
RMC 90
 
Music Star Coldplay
 
RMC Italia
 
RMC Marine
 
Music Star Jovanotti
 
MC2
 
RMC New Classics
 
RMC Love Songs
 

L’ansia per i figli, la famiglia, il lavoro, ti tengono sveglia la notte? Combattila così!

Quattro semplici metodi per rilassarsi. E passare notti serene

L’ansia per i figli, la famiglia, il lavoro, ti tengono sveglia la notte? Combattila così!

È un classico: durante tutto il giorno si desidera ardentemente il momento del relax, quando si può dormire con serenità e, proprio quando si è a letto, l’ansia fa immediatamente svanire il sonno. Può essere colpa delle tensioni accumulate durante le ore lavorative, dello stress causato dalla vita familiare, magari da una e-mail sgradevole. Tutto quel che si desidera sarebbe cadere in un sopore profondo, e invece ci si rigira nel letto, tormentate da pensieri che non vogliono svanire. Per combattere questo problema, ecco i consigli (pubblicati sul sito Byrdie.com) del dottor Frank Lipman, pioniere della Medicina Integrativa e Funzionale e direttore e fondatore dell’Eleven Eleven Wellness Center di New York.

Preparare il proprio corpo

A volte la mente non riesce a rilassarsi perché il corpo non è ancora del tutto pronto al relax. Per sciogliere le tensioni fisiche, il dott. Lipman suggerisce una semplicissima posizione di yoga, dagli effetti davvero benefici. Basta sdraiarsi sulla schiena, con la testa che poggia contro una parete, stendendo le gambe fino a toccarla. Le braccia possono disporsi lungo il corpo o come ci si senta più comodi. Basta poi chiudere gli occhi e concentrarsi sul proprio respiro per pochi minuti. Le tensioni fisiche si sciolgono e il corpo si prepara per il sonno ristoratore.

Preparare la propria mente

Circa trenta minuti prima di andare a letto è consigliabile assumere del magnesio (da 300 a 600 mg), o della L-teanina (da 100 a 500 mg), che hanno un effetto rilassante. Si possono anche bere infusi di melissa, passiflora, magnolia, o di radice di valeriana.

Eliminare le interferenze

Se si hanno problemi a prender sonno, è bene eliminare anche le cause che interferiscono con il riposo. Una di queste è il caffè, che ha un’emivita (il tempo per ridurre della metà la sua efficacia nel sangue) di circa sette ore. Sarebbe saggio dunque non consumare questa bevanda nel pomeriggio, sostituendola magari con tè verde o con tè alle erbe. Un altro elemento di disturbo sono i vari dispositivi elettronici, dallo smartphone, al tablet, al computer. Le loro luci, anche se tenui, fanno diminuire i livelli di melatonina (fondamentale per regolare i meccanismi sonno-veglia).

Respirare

Quando l’ansia si percepisce distintamente, per rilassarsi si può utilizzare questa tecnica di respirazione: piazzare la punta della lingua sul palato; espirare completamente dalla bocca; chiudere la bocca e inalare soltanto dal naso contando mentalmente fino a 4; trattenere il respiro, contando mentalmente fino a 7; espirare dalla bocca contando mentalmente fino a 8. Questo ciclo va ripetuto per 4 volte.

In Evidenza