WEB RADIO

RMC Marine
 
rmc
 
RMC Love Songs
 
Radio Festival
 
Music Star Zucchero
 
Music Star Pino Daniele
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC 80
 
Monte Carlo Nights Story
 
Music Star Giorgia
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Radio Kay Kay
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC Italia
 
RMC New Classics
 
Radio Bau & Co
 
RMC Great Artists
 
RMC Duets
 
MC2
 
RMC Hits
 
RMC 90
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Jovanotti
 
Music Star Coldplay
 

L’appello su FB di una neo-mamma: “L’herpes labiale può essere fatale per un bambino”. Non lasciate che lo bacino.

La piccola Brooke ha rischiato di morire contraendo l’herpes labiale con dei semplici baci: la mamma pubblica le foto su facebook e mette in guardia le donne circa i rischi del virus.

L’appello su FB di una neo-mamma: “L’herpes labiale può essere fatale per un bambino”. Non lasciate che lo bacino.

I bimbi appena nati sono così teneri e dolci che a chiunque li veda vien voglia di coccolarli e… sbaciucchiarli. Ma in pochi sanno che baciare i neonati vicino la bocca può essere molto pericoloso per loro. Attraverso i baci, infatti, si può trasmettere il comune herpes labiale, che, però, per un neonato può addirittura diventare letale.

A sollevare la questione sul web è stata una giovane neo-mamma, Claire Henderson che, proprio a causa di un herpes labiale contratto da Brooke, la sua bambina, ha dovuto trascorrere con lei cinque giorni in ospedale, rischiando addirittura di perderla. È così che Claire decide di postare su facebook la foto della bimba con l’herpes, e di lanciare un messaggio alle neomamme affinché l’esperienza delle sua bambina non si ripeta.

Cosa è successo alla piccola Brooke

Durante l’allattamento, Claire Henderson ha notato le crosticine sulla bocca della figlia e ha così deciso di recarsi in ospedale, dove le è stato detto dai medici che si trattava del virus Herpes simplex 1 e che le condizioni della piccola erano gravi.  

Fortunatamente Brooke è stata molto forte e come spiega la mamma nel post, i test effettuati sulla piccola hanno dato buon esito. Tuttavia il rischio corso dalla piccola è stato molto alto.

La cosa che preoccupa, e per la quale la neomamma ha deciso di lasciare il post, è che, per contrarre questo virus, è sufficiente baciare un bambino in bocca, oppure baciargli le mani che spesso poi lui tende a mettere in bocca. Claire suppone infatti che Brooke sia stata contagiata alla festa del suo battesimo durante la quale gli invitati la prendevano in braccio e la baciavano.

NON permettete a nessuno di baciare i vostri neonati sulla bocca, anche se non sembra che abbiano l'herpes labiale.

Nel lungo post che accompagna la foto di Brooke, Claire Anderson mette in guardia neomamme e donne in gravidanza circa i pericoli che corre un bimbo qualora venisse baciato da qualcuno, anche nel caso in cui sembrasse non avere l’herpes: “l'85% della popolazione è portatrice del virus.”

La neomamma ci spiega che prima dei tre mesi di vita, il piccolo non riesce a combattere il virus dell'herpes. Se lo contrae, questo può causare danni al cervello e al fegato che possono condurre alla morte. Fortunatamente la maggior parte dei bambini, grazie agli anticorpi materni, resistono al virus ma, qualora ciò non avvenga, vi possono essere delle complicazioni anche serie.

Claire Anderson ha avuto la prontezza di portare il bimbo in ospedale, grazie ad un suo amico il quale, durante il periodo della gravidanza, aveva condiviso su facebook un articolo sui rischi dell’herpes labiale nei neonati. Se quel mio amico, scrive nel post, non mi avesse detto che la mia bambina si sarebbe potuta ammalare seriamente, non avrei notato i segnali e non l'avrei portata al pronto soccorso.

Ma se la giovane mamma che ha postato questo messaggio su Facebook è stata fortunata perché casualmente informata sull’argomento, molte altre donne non conoscono i rischi che corrono i neonati a causa dell’herpes: tutte le persone con cui ho parlato di questa storia non ne sapevano nulla quindi credo che sia importante condividere ciò che è successo a Brooke e cercare di evitare a chiunque di vivere ciò che abbiamo dovuto vivere noi questa settimana.