Perché la pelle delle dita si riggrinzisce in acqua?

08/03/2016

Perché la pelle delle dita si raggrinzisce in acqua?

È l’interrogativo che si sono posti gli studiosi dell’Università di Newcastle

Lo abbiamo sperimentato tutti: passiamo un po’ di tempo immersi in acqua, magari per un bagno rilassante alla fine di una lunga giornata, oppure per una nuotata in una calda giornata estiva e quando usciamo dall’acqua le nostre dita sono tutte raggrinzite.

Perché succede questo?

È l’interrogativo che si sono posti gli studiosi dell’Università di Newcastle. Gli studiosi hanno chiesto a dei volontari di muovere delle biglie all’interno di un contenitore pieno d’acqua, per poi metterle in un altro contenitore. 

Lo scopo di questo esperimento era quello di dimostrare che la capacità di maneggiare gli oggetti è maggiore nei soggetti le cui dita si erano raggrinzite dopo il contatto con l’acqua. Osservato ciò, sembrerebbe dunque che le rughe profonde che si formano sulla pelle bagnata abbiano effettivamente una funzione e cioè quella di permettere una maggiore presa sugli oggetti che si trovano sott’acqua.

Secondo i ricercatori dell’Università di Newcastle, si tratta di una conseguenza dell’evoluzione: l’uomo, infatti, potrebbe aver sviluppato questa caratteristica.

Fonte: letampe.com

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1500

Stefano  Bragatto

Stefano Bragatto

Stefano Bragatto è Laureato in Farmacia all’Università degli Studi di Trieste. E’ la voce più giovane di RMC, anche se il suo debutto nel network monegasco risale al 2001.

Ama viaggiare, leggere i quotidiani e ascoltare la radio! Tifa per l'Udinese e i suoi artisti preferiti sono: Zucchero, Venditti, Keane, Simply Red, Anita Baker e Sade.

Calendario dei post