Esiste davvero la

04/11/2015

Esiste la selfie-mania?

Uno studio italiano spiega che cosa ci spinge a farci l'autoscatto

Una ricerca condotta dal team di Giuseppe Riva, docente di Psicologia della Comunicazione e Psicologia e Nuove Tecnologie della Comunicazione alla Cattolica di Milano ha cercato di capire quali siano le motivazioni che spingono le persone a scattare i selfie, se ci sono differenze tra uomini e donne e quali siano le caratteristiche psicologiche, dal punto di vista della personalità, delle persone che si fanno selfie.

Dalla ricerca è emerso che solo il 30% degli appassionati di selfie si dedicano agli autoritratti perché vanitosi: nella maggior parte dei casi, pari al 39%, si tratta di un mezzo per far ridere e divertire gli altri e in un altro 21% dei casi di un modo per raccontare un momento della propria vita. Le persone che si fanno selfie di solito sono più estroverse e più coscienziose (ovvero più caute e capaci di controllarsi, con la tendenza a pianificare le proprie azioni piuttosto che ad agire di impulso).

Si scopre che le donne si fanno più selfie degli uomini, e risultano più interessate alle motivazioni interiori. Inoltre, affermano di sperare maggiormente di ricevere commenti positivi dagli amici sui social network, e anche di temere maggiormente di ricevere commenti negativi dagli altri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1500

Stefano  Bragatto

Stefano Bragatto

Stefano Bragatto è Laureato in Farmacia all’Università degli Studi di Trieste. E’ la voce più giovane di RMC, anche se il suo debutto nel network monegasco risale al 2001.

Ama viaggiare, leggere i quotidiani e ascoltare la radio! Tifa per l'Udinese e i suoi artisti preferiti sono: Zucchero, Venditti, Keane, Simply Red, Anita Baker e Sade.

Calendario dei post