WEB RADIO

Music Star Zucchero
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC Italia
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Monte Carlo Nights Story
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC Love Songs
 
Xmas Radio
 
RMC Hits
 
rmc
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Radio Bau & Co
 
RMC 90
 
RMC Marine
 
RMC Duets
 
Radio Kay Kay
 
RMC New Classics
 
Music Star Giorgia
 
Music Star Coldplay
 
Music Star Jovanotti
 
MC2
 
Radio Monte Carlo FM
 
Radio Festival
 
RMC Great Artists
 
RMC 80
 
Sunset Heroes

16 Ottobre 2015

Le novità di RMC Buddha-Bar Monte Carlo / Radio

Sunset Heroes

Cantoma e Afterlife: intervista a due leggende della musica lounge balearica.

Non si può certo dire che Londra sia famosa per le sue splendide giornate di sole. Ma è proprio dalla capitale inglese che vengono due degli artisti più rappresentativi della "balearic music". Appartenenti al sacro clan dei chillouminati, pionieri leggendari in via d’estinzione e protagonisti di una rivoluzione musicale e di life style cominciata nei primi anni ottanta, poi rapidamente consacratasi fino ad oggi, a colpi di colonne sonore per magici tramonti con vista Mar Mediterraneo. Discepoli del leggendario Josè Padilla, hanno contribuito con la loro sensibilità artistica a cristallizzare il movimento “sunset” di Ibiza. Le soffici melodie baciate dal sole diventate oggi, anche grazie a loro, un vero e proprio genere musicale apprezzato in tutto il mondo: “La Sunset Balearic Music”. Steve Miller aka Afterlife e Phil Mison aka Cantoma, sono da decenni tra gli esponenti più rispettati del settore. Eroi di una generazione, entrambi londinesi con una solida esperienza ibizenca alle spalle, entrambi in onda su RMC Buddha-Bar Monte Carlo / Radio.

Quando e come avete capito di avere una particolare sensibilità verso la musica luonge balearica?

Afterlife: Ho cominciato spontaneamente a produrre musica balearica nel mio studio, piuttosto che lavorare per altri progetti house su basi commerciali, com'era nella tendenza del periodo. Penso che il concetto musicale fosse già nell’aria da qualche tempo, anche se è stato Josè Padilla a tracciare per primo la strada e rendere il genere così popolare. 

Cantoma: La prima volta che probabilmente compresi a pieno il concetto di balearic music fu nel Giugno del 1988, alla sala superiore dello Spectrum. In quel periodo stavo collezionando svariata musica e mi capitò di ascoltare una cassetta di un live di Josè Padilla al Cafè Del Mar. Mi accorsi che alcuni brani presenti nel suo set assomigliavano a certi dischi new age che possedevo. La mia curiosità venne enormemente stimolata ed iniziai seriamente a ricercare verso questa direzione.

Qual’è il periodo trascorso ad Ibiza che ricordate con maggiore affetto?

Afterlife: Nel mio caso non esiste un periodo migliore, ogni stagione è differente ma tutti i momenti trascorsi sull’isola sono sempre stati paradisiaci. Io amo Ibiza, un’isola contornata da luoghi magnifici, frequentata da molta gente interessante, dove si percepiscono vibrazioni positive. Ultimamente alcuni posti sono diventati più turistici, ma per la felicità dei suoi ospiti nuove idee e nuovi progetti sono continuamente all’ordine del giorno.

Cantoma: Il periodo che ricordo con maggiore affetto è quello della primavera del 1993, quando diventai dj resident al Cafè Del Mar, per sostituire Josè Padilla in partenza per la Thailandia. Suonare tutti i giorni in uno dei luoghi musicalmente sacri dell’isola, scoprire continuamente nuova musica, conoscere un sacco di gente da tutto il mondo…fu un’esperienza davvero speciale. L’ultima stagione prima che il Cafè Del Mar venisse sommerso da innumerevoli locali turistici, sorti nella sua stessa baia con l'intento di speculare sul mito creato. Ad Ibiza, si stava chiudendo un’epoca pronta a far spazio ad una nuova era.

Come se la passa la scena musicale balearica a Londra? Quali sono gli artisti più rappresentativi del movimento?

Afterlife: A Londra, la scena balearica è ridotta e tranquilla; sembra confinata a piccoli locali di nicchia rispetto che a club famosi. Gli artisti più rappresentativi della scena che vivono a Londra sono Phil Mison (Cantoma) e Chris Coco, entrambi ottimi amici con i quali ho avuto anche il piacere di condividere alcune produzioni. L’Ep “Endless” uscito quest’estate, l’ho realizzato a quattro mani con Chris, mentre con Phil, attraverso il moniker “Dos Hombres” abbiamo prodotto alcuni anni fa, qualche releases come “The Alkemyst”. A Londra lavora anche Mixmaster Morris, una leggenda vivente. A Giugno 2015 è uscita la compilation “Balearic”, redatta da Chris Coco e Jim Breese. Un’uscita digitale, in Cd e in doppio vinile, con un bellissimo artwork in copertina. La miglior raccolta di musica balearica dell’anno, che rappresenta la pura essenza del genere, senza contagio di futili mode o speculazioni commerciali.

Cantoma: Al momento a Londra la scena balearica è sviluppata attraverso bellissimi eventi. Un nuovo pubblico più giovane si è avvicinato alla buona musica. Fino a qualche anno fa apparteneva solo a un ridotto numeri di fan nostalgici che avevano superato abbondantemente la quarantina. Per più di due stagioni sono stato il dj resident ufficiale del “Balearicos”, l’evento svolto al Red Market di Shoreditch, il quartiere alternativo per eccellenza di East London. Al "Balearicos" ho potuto condividere la consolle con mostri sacri quali l’italiano Leo Mas (l’originale dj dell’Amnesia), Jamie Tiller di Music From Memory, Moonboot dell’Aficionado Recordings, Nancy Noise la dj resident del Club Future, Mudd della Creamont 56 e tanti altri. Serate fantastiche con un pubblico misto e molto preparato.

Potete descrivere l’evoluzione del movimento “sunset chillout” che avete vissuto da protagonisti ad ibiza?

Afterlife: Grazie a Josè Padilla è iniziato tutto. Lui suonava durante i tramonti ibizenchi questa musica inusuale, che era solito chiamare “Ambient”. Consisteva in un mix di generi diversi che potevano spaziare dalla musica classica, a quella africana, al jazz, la dub, a brani folk medio orientali, indiani o latini, ecc… Il suo genio artistico stava nella selezione e nella sequenza con con le quali riusciva ad organizzare i propri set. Ricordo ancora un mixaggio che ascoltai al Cafè del Mar, saranno passati più di 25 anni (ride!), in cui all’atmosfera estatica e malinconica di “Deat In Venice” fece fondere perfettamente “You Can't Always Get What You Want” dei Rolling Stones. Questo era Josè. Il problema di oggi è che molti addetti ai lavori pensano che la balearica sia un genere definito, mentre in realtà è un’insieme misto di vari generi diversi. Penso che siamo tutti troppo impegnati ad etichettare la musica, mentre dovremmo rilassarci di più.

Cantoma: Al Cafè del Mar si è sempre suonata musica vellutata fin dalla sua apertura nell’ormai lontano 1980. La popolarità crescente delle cassette di Josè Padilla, l'ha spinto a realizzare la prima compilation nel 1994, anno in cui la sua fama si consacrò a livello mondiale. In particolare con la seconda e terza edizione del cofanetto si iniziarono a raggiungere impressionanti volumi di vendita. Suppongo che l’industria discografica, una volta afferrate le potenzialità commerciali di queste compilation, iniziò a veicolarle anche attraverso la promozione di un nuovo stile di vita. In quei periodi anche Mixmaster Morris usciva con compilation di genere chillout, ma al Cafè Del Mar furono senza alcun dubbio i primi a realizzare vera e propria musica da “sunset”.

Come vi siete avvicinati alla musica del Buddha-Bar? Attraverso quali collaborazioni?

Afterlife: Dj Ravin si è sempre approcciato a me con interesse, richiedendomi le licenze per i miei brani, al fine di farli uscire nelle compilation Buddha-Bar edite dalla George V Records.
Afterlife - Sunrise (Dj Thunda & K20 Allstars Mix) è presente nel cd “Rejoice” della compilation Buddha-Bar VI (2004).
Afterlife feat. Dannii Milongue - Take Me Inside (Christophe Goze Mix) è nel cd “Sarod” della Buddha-Bar VII (2005).

Cantoma: La prima volta che incontrai Dj Ravin fu ad un evento della Music For Dreams di Kenneth Bager a Copenhagen nel 2000. Nel 1999 mi chiusi in studio con Kenneth per creare il mio primo album firmato Cantoma. A Ravin piacque il mio brano “Cantoma - Balafia” e lo incluse nel suo album “Amnesty International 40h Anniversary” del 2002. Da quel momento diventammo amici, andai a sentirlo suonare al Buddha-Bar di Parigi, una fantastica esperienza. Seguirono altre pubblicazioni per la George V Records come “Cantoma - Essarai” Buddha-Bar VI - Rebirth (2004); “Cantoma - Maya” Buddha-Bar X -Xianngqi (2008) e “Cantoma - Viusu” Buddha-Bar XII - La Vie En Rose (2010). Devo ringraziare Dj Ravin

Come descrivereste il vostro mixtape in onda su RMC Buddha-Bar Monte Carlo / Radio?

Afterlife: Il mio mixtape realizzato per RMC Buddha-Bar Monte Carlo / Radio è la conseguenza di una selezione delle nuove tracce uscite tramite la mia label Subatonic, unite a qualche mio remix e ad alcuni dei miei brani preferiti. Quest’anno tramite la mie etichetta, ho iniziato a produrre anche altri altri artisti come DF Tram e Fondue. Siamo una piccola realtà ma sono stato piacevolmente sorpreso dal supporto sincero che abbiamo riscontrato da molti addetti ai lavori (come voi). 

Cantoma: Per RMC Buddha-Bar Monte Carlo / Radio ho realizzato un mixtape con i miei brani preferiti, alcuni in grado di riflettere lo storico passato della sunset music, accostati a interessanti novità del momento. Sono inserite anche un paio di inediti Cantoma.

Dedicate una "sunset tune" agli ascoltatori di RMC Buddha-Bar Monte Carlo / Radio?

Afterlife: La “Sunset Track” che consiglio agli amici di RMC Buddha-Bar Monte Carlo / Radio è “I Know”. Presente nel mio ultimo EP Endless, l’ho suonata con ottimo riscontro anche nel mio ultimo set balearico questa settimana.

Cantoma: Suggerisco agli ascoltatori di RMC Buddha-Bar Monte Carlo / Radio di ascoltare “Anne Dudley - Habebe”. Un vero sunset classic, uno dei miei brani preferiti tratto da una delle storiche cassette di Josè Padilla, che ero solito comprare dal famigerato desk di legno del Cafè Del Mar.

di Andrea Papadia

PLAY

English Version:

When and how have you understood to have sensibility for Lounge-Balearic music?

Afterlife: I had been making Balearic music without even knowing it in my spare time when I was in my own studio -
rather than working for other house projects on a commercial basis. I think a lot of people were but it took Jose Padilla to track us down and make the genre so popular.

Cantoma: I first properly grasped the whole Balearic thing after visiting the upstairs room at Spectrum in June 1988 . I’d been buying all sorts sorts of music , and when I listened to the Cafè Del Mar tapes I thought they sounded like a few of the new age-y records I already had . So I was intrigued and started on a mission to find out what they were and track down more of this strange music.

Which one has been your best period in Ibiza? And why?

Afterlife: There is no best period for me, every time is different, every period is heaven. I love the island, it has many beautiful places, venues, people and vibes. These days it is more commercial in certain places but then new cooler places spring up to compensate so everyone's happy.

Cantoma: I think going there in spring 1993 to Dj at the Cafè Del Mar while Josè was away in Thailand was pretty special.    I'd been there before with friends , but this time I was living there , DJing at the Cafè every day , discovering lots of music and going out into ibiza town in the evening and generally having a great time . It was the last year that the cafe was on its own and not surrounded by other bars, so it was like the ending of one era in ibiza before another began.

How is going Balearic Music Scene in London? What is your favorite artists of London Balearic Scene?

Afterlife: The Balearic scene in London is quite small I guess, it seems to be confined to cool bars and restaurants more than clubs but that's to be expected in London.
The only Balearic artists I know who actually live in London are Chris Coco & Phil Mison (Cantoma), both good friends and from time to time we write together. Chris & I released an EP this summer called Endless and Phil and I wrote the track The Alkemyst under the name Dos Hombres a few years ago. Then there's Mixmaster Morris, a living legend. Chris Coco and Jim Breese also created the new compilation series simply entitled "Balearic" this year. Released on CD and double vinyl with beautiful artwork as well as digital etc. It's the best Balearic compilation this year and remains true to the essence of Balearic by not getting stuck (with fashions or genres, just good interesting fresh music.

Cantoma: There are a lot of great parties in London at the moment , with a younger crowd getting into good music , not just old forty somethings. I did a night called Balearicos over two summers at the Red Market in Shoteditch . It was an open air venue, and we had guests like Leo Mas ( original Amnesia Dj ) Jamie Tiller from Music From Memory, Moonboots from Aficionado Recordings, Nancy Noise , the resident at Londons original Club Future , Mudd from Claremont 56 . Had some fantastic nights with a mixed crowd.

Could you describe the Sunset Chillout Scene evolution in Ibiza? How was born in Ibiza?

Afterlife: Jose Padilla started the whole thing but he called what he played ambient music at Sunset, could be classical, African, Jazz, Dub, Middle Eastern, Indian, Latin, Soul... the list is endless. His genius lay in choice and sequence for instance, one sunset he played the theme to Death In Venice which is classical followed by You Can't Always Get What You Want by The Stones, first everyone was almost crying with the beautiful melancholy piece then started smiling when the chorale at the intro to The Stones' track mixed in perfectly. The problem with too many compilers these days is that they think Balearic is about a musical genre rather than a mixture of genres. I think we are all far too genre conscious and should relax more.

Cantoma: The Cafè Del Mar always played mellow music since its opening in 1980 . The popularity of Josè's cassettes led him on to release the first compilation in 1994 , and it all started from there really . Particularly after cdm two and three started selling in large amounts , I think the whole record industry grasped there could be a huge market for these CDs , and could be sold as a lifestyle thing . Mixmaster Morris was doing chill out compilations too , but the Cafè Del Mar were the first to do the whole 'Sunset' thing.

How have you approached Buddha-Bar music and with which project?

Afterlife: DJ Ravin always approached me to license tracks from me for Buddha-Bar Compilations. Afterlife - Sunrise (Dj Thunda & K20 Allstars Mix) is on “Rejoice” cd of Buddha-Bar VI (2004).
Afterlife feat. Dannii Milongue - Take Me Inside (Christophe Goze Mix) is on “Sarod” cd of Buddha-Bar VII (2005).

Cantoma: I first met Dj Ravin at a Music For Dreams event in Copenhagen for Kenneth Bager in 2000 . Kenneth had put me in the studio late 1999 to record what was to become the first Cantoma album . Ravin liked the album and included the track “Cantoma - Balafia” on his 'Amnesty International 40th Anniversary' album (2002). We became friends , and I went to hear him play in Paris at the Buddha bar which was great . He's included “Cantoma - Essarai” Buddha-Bar VI - Rebirth (2004); “Cantoma - Maya” Buddha-Bar X -Xianngqi (2008) e “Cantoma - Viusu” Buddha-Bar XII - La Vie En Rose (2010), so thank you Ravin.

How to describe your special mixtape broadcast on RMC Buddha-Bar Monte Carlo / Radio?

Afterlife: My radio mix is a selection of new releases from my label Subatomic and some of my remixes and favourite tracks. This is the first year I released other artists such as DF Tram and Fondue. We are a very small label and have been pleasantly surprised by the support we have been getting from good people like you and other radio stations. Thank you.

Cantoma: It's just a mix of music that I like , that reflects the past , but also all the great stuff that's around right now

Can you Suggest one "sunset-tune" to RMC Buddha-Bar Monte Carlo / Radio fans?

Afterlife: My favourite Sunset track this week is the one I played at the last sunset by Chris & me called " I Know" from our Endless EP. " I know the world is spinning round, I can feel it when the sun goes down". Peace.

Cantoma: The sunset tune I'd suggest is Anne Dudley - Habebe. A real classic, and a favourite from those cassettes that I used to buy from Josè out of that old wooden box behind the decks at the cafe .

by Andrea Papadia

PLAY

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1500

Papa Dj

Papa Dj

Dj Resident del Buddha Bar di Montecarlo, con quarant’anni di consolle alle spalle appartiene di diritto ai pionieri del djing italiano. Specializzato in musica lounge, ethnic-house, slow deep, oriental and world, sempre in viaggio alla ricerca di sonorità tipiche di varie regioni nel mondo, è anche autore del programma “Buddha Bar” di Radio Montecarlo. Per RMC Buddha Bar Radio scova e fonde acustiche antropologiche, culturalmente radicate nelle diverse identità dei popoli. Oggi è uno degli esponenti più apprezzati del genere ethno-beat e diffonde la propria selezione musicale in diversi club nel mondo.

Calendario dei post

Multimedia

Carolina Kostner trionfa a Zagabria sulle note dei Led Zeppelin
 
Baywatch ritorna con un nuovo cast. Guarda il trailer
 
Se il bagno è sporco, Go Girl salva le donne nel momento del "bisogno"
 
RMC KRIS LIVE BRANO PADRE 30-11-2016
 

Seguici su Facebook