Stanchezza di primavera? Ecco cinque cibi per risolvere il problema

Stanchezza di primavera? Ecco cinque cibi per risolvere il problema

Con l’arrivo della primavera si può soffrire di sonnolenza e sbalzi d’umore. Una dieta equilibrata però aiuta a rimettersi in forma

La primavera è finalmente arrivata. Per quanto il cambio di stagione sia accolto con gioia, molte persone in questo periodo soffrono di stanchezza, sonnolenza, sbalzi d’umore e irascibilità, causati soprattutto dal cambiamento di orario e dalle giornate prolungate, che possono mandare in tilt i nostri ritmi circadiani.

Come fare allora per contrastare questi sintomi spiacevoli? Anche in questo caso ci viene in soccorso una dieta sana ed equilibrata, che ci aiuta a reintegrare sostanze preziose donando al nostro organismo nuova linfa vitale. Vi consigliamo cinque cibi che vi aiutano ad affrontare in piena forma la primavera:


1. Frutta secca

In primavera abbiamo bisogno di Omega 3 per essere più energici. Allora spazio a noci, mandorle e nocciole, ottimi come snack a metà giornata, perfetti da consumare anche in ufficio.

2. Vitamina D

Necessario abbondare in vitamina D. Oltre a rimanere per almeno un’ora all’aria aperta (il nostro corpo la sintetizza grazie alla luce solare) sono tanti gli alimenti che la contengono: uova, sgombro, trota, pesce spada, tonno, fegato.


3. Avena

Questo cereale aiuta la digestione ed è un depurante naturale. Mangiare avena aiuta a rinforzare il fisico: provatela nello yogurt o insieme alla frutta fresca di stagione.


4. Cioccolato

Cari golosi, questa è forse la notizia che stavate aspettando: il cioccolato, in primavera, può fare molto bene, a patto che sia fondente. Mette di buonumore, stimola le endorfine, fa bene al cuore e non ha troppi zuccheri.


5. Tè in foglie

Anche se siete spesso colti da sonnolenza mettete da parte il caffè e provate il tè in foglia, ma non superate la dose di 2 tazze al giorno.

Now on air