E voi provereste il vino blu?

E voi provereste il vino blu?

Snobbato in Europa, il vino blu adesso vuole conquistare gli Stati Uniti. Riuscirà a convincere gli americani?

In Europa, è stato snobbato. Perché un vino color zaffiro (o color Puffo, per i denigratori) non ha convinto paesi di solida tradizione enologica come Italia, Francia e Spagna, per i quali il vino è rosso, bianco o al massimo, rosè. Adesso allora i produttori (e creatori) di Gik, il primo vino spagnolo tutto blu, provano con gli Stati Uniti. Che i bevitori a stelle e strisce apprezzino maggiormente il loro prodotto? La partita è aperta. 

A onore del vino blu, va detto che a dargli il suo colore particolare ci sono solo antocianine, pigmenti che già si trovano nell'uva, e indigotina, un estratto colorato che si trova nelle piante: niente coloranti artificiali, dunque. Secondo i produttori, il vino blu è ideale per accompagnare sushi e guacamole. Secondo gli esperti, il suo sapore dolce lo renderebbe ideale come base per i cocktail. Il vino blu conquisterà il palato degli americani? Staremo a vedere...

Now on air