Grande eruzione sul Sole: problemi alle comunicazioni e ai GPS

Grande eruzione sul Sole: problemi alle comunicazioni e ai GPS

Si è trattato di un brillamento di classe X, il maggiore in assoluto, una tempesta magnetica della potenza di decine di milioni di bombe atomiche.

Qualche giorno fa una enorme eruzione sul Sole ha provocato una tempesta magnetica che ha creato diversi problemi di comunicazione sulla Terra. Per farsi un’idea pensate che l’energia che è stata sprigionata dall’eruzione solare è pari a decine di milioni di bombe atomiche. L’esplosione sulla nostra stella, un brillamento di classe X, il maggiore in assoluto, ha fatto arrivare sul nostro pianeta una serie di particelle e onde elettromagnetiche dalla corona del sole (tra cui protoni, raggi-X e bolle di plasma) che hanno mandato in tilt, almeno temporaneamente, le linee di comunicazione. Pensate che un simile evento nel 1859 addirittura distrusse le linee telegrafiche e provocò incendi.

La tempesta magnetica proveniente dal Sole ha inoltre creato delle incredibili aurore boreali, che sono state visibili in Scandinavia e in Arkansas, negli Stati Uniti, oltre alle zone polari, dove sono risultate più brillanti del solito.

Il Sole si trova attualmente nella fase finale del suo ciclo undecennale e non è raro il verificarsi di questi fenomeni, ma quella che è accaduta qualche giorno fa è stata la più potente degli ultimi 12 anni. La bolla di plasma che ha impattato la Terra è andata a creare un conflitto con il campo magnetico del nostro Pianeta, che ha provocato blackout radio, problemi ai GPS e danni all’elettronica dei satelliti.

Now on air