WEB RADIO

RMC 80
 
MC2
 
RMC Great Artists
 
RMC Love Songs
 
rmc
 
RMC Italia
 
RMC New Classics
 
Music Star Giorgia
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC Marine
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Music Star Coldplay
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC 90
 
Radio Kay Kay
 
Monte Carlo Nights Story
 
Radio Bau & Co
 
Radio Festival
 
Music Star Pino Daniele
 
Music Star Zucchero
 
Music Star Jovanotti
 
RMC Hits
 
RMC Duets
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 

A 5 anni scrive alla Regina e... ottiene un cigno tutto suo!

Oltre al permesso ufficiale, la piccola ha ottenuto anche un invito all’annuale cerimonia del Swan Upping, la mappatura dei cigni del Tamigi. E' successo a Petersfield.

A 5 anni scrive alla Regina e... ottiene un cigno tutto suo!

Una passione smisurata per i cigni e un sogno nel cassetto: averne uno tutto suo. La storia di Lyndsay Simpson, bambina di 5 anni cresciuta a Petersfield, Gran Bretagna, ha dell’incredibile perché parla di un desiderio diventato realtà... grazie al contributo della Regina Elisabetta II.

La piccola, innamorata dei cigni che vede tutti i giorni passando per il locale laghetto The Heath, ha scritto una letterina indirizzata a Sua Maestà con l'incredibile richiesta di avere un suo cigno, e, a sorpresa, è stata accontentata.

Un giorno, Lyndsay ha chiesto alla mamma di prenderne uno da portare a casa, “Solo per il weekend”, l'ha pregata, ma la risposta è stata categorica, come tutti sanno infatti “i cigni del Regno Unito sono di proprietà della Regina Elisabetta”.
Non dandosi per vinta, la bambina ha trovato una soluzione: scrivere alla Sovrana e chiedere direttamente a lei il permesso di portare a casa il cigno durante il fine settimana.

Sfidando l’ironia di chi non si sarebbe mai aspettato una risposta, Lyndsay scrive, imbusta e spedisce il suo messaggio alla Regina. Lei, incredibilmente, le dà il suo benestare!

Ma non è tutto. Oltre al sì ufficiale e a un invito per la cerimonia del Swan Upping (annuale censimento dei cigni del Tamigi), Elisabetta confida che la credenza secondo la quale la Regina sia proprietaria di tutti i cigni del Regno è dovuta a una cattiva interpretazione di una norma formalizzata da Edoardo IV nel XV secolo. In realtà la Sovrana si avvale del suo diritto solo sui cigni di alcune zone del Tamigi.